Maratea: cosa vedere, cosa fare e le spiagge più belle

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Maratea è un bellissimo scrigno che si trova in Basilicata, un tripudio di cale, spiagge, baie e isolotti che si estendono su ben 32 chilometri di costa. Ecco cosa vedere, cosa fare e le spiagge più belle.

Grotte, sentieri, parchi, il porto turistico e tanto altro. Per tanto tempo penalizzata, Maratea è invece una sorta di opera d’arte naturale che si tuffa sul mar Tirreno.

Maratea: cosa vedere

Vecchia Maratea

Potete iniziare dal visitare la cosiddetta vecchia Maratea sul monte San Biagio dove si trova la zona abitata più alta, caratterizzata dalle rovine dell’antico nucleo di case fortificate della “Maratia Superior” poi abbandonato in favore dell’attuale Centro storico.

rovine maratea

Santuario di san Biagio

La Basilica Pontificia del Santuario di San Biagio è la chiesa più importante di Maratea, custode delle reliquie del Santo Patrono. Secondo la tradizione popolare la chiesa originariamente dedicata alla Madonna delle Grazie è sorta riadattando al culto cristiano delle strutture architettoniche di un antico tempio pagano dedicato alla dea Minerva.

basilica maratea

Castello

Vicino la Basilica, si scende sulla destra, dove il piazzale è intrecciato nei ruderi dell’antica Maratea Castello. Lungo la vecchia strada sterrata che attraversa le rovine, si nota subito una torretta con arcate di mattoni rossi. Questa era una delle tante torri civili che proteggevano l’abitato.

castello maratea

Statua Cristo Redentore

La statua del Cristo Redentore di Maratea è nell’antica Maratea ed è opera dello scultore fiorentino Bruno Innocenzi e voluta dal Conte Stefano Rivetti di Valcervo. È stata innalzata nel 1965 sulla sommità del Monte San Biagio nel luogo in cui si ergeva una croce commemorativa in pietra.

cristo maratea

Maratea: cosa fare

Esplorare la Grotta delle meraviglie

La grotta delle Meraviglie, unica grotta turistica della Basilicata si trova lungo la Strada Statale 18 nella frazione Marina di Maratea. Il suo ingresso è posto a 76 metri di quota sul livello del mare. La Grotta delle meraviglie è stata scoperta per caso nel 1929 durante i lavori per la costruzione della statale.

grotta maratea

Foto

Passeggiare in uno dei Parchi della Lucania

La Lucania è un polmone verde. Con il Parco Nazionale del Pollino e ancora di più con il Parco Nazionale dell’ Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese, la Basilicata è la regione italiana con il più vasto territorio messo sotto tutela che supera il 30% dell’intero territorio regionale.

pollino maratea

Perdersi al museo

Obbligatorio fare tappa a Palazzo De Lieto, attualmente sede di esposizioni museali, ma con un passato singolare. Nel 1700 era infatti il primo ospedale di Maratea e stato poi scuola elementare. Oggi è di proprietà del Mibact e conserva l’imponente portale in pietra con un grande portone di legno, sovrastato da architravi in pietra e tufo.

palazzo de lieto maratea

Foto

Un aperitivo al Porto

Il Porto è al centro di Maratea, allo sbocco della valle, nella parte orientale del golfo di Policastro. Un luogo molto suggestivo al tramonto visto che tutta la zona è attrezzata di ristoranti e pub. Da vedere c’è anche la Chiesa della Madonna di Portosalvo.

porto1 maratea

Maratea: le spiagge più belle

Le spiagge di Maratea rappresentano una delle tante meraviglie della Basilicata, la costa si estende per ben 32 chilometri e non c’è che l’imbarazzo della scelta tra il litorale che più rispecchia le proprie esigenze. La costa va dal Canale di Mezzanotte a Nord, confine con la Campania alla foce del fiume Noce, a Sud, località Castrocucco, confine con la Calabria. L’intero tratto è caratterizzato da alti costoni rocciosi inframmezzati da cale, anfratti e spiagge. Fare un elenco completo sarebbe impossibile, abbiamo scelto alcune spiagge, quelle più conosciute e caratteristiche.

Spiaggia di Acquafredda

Sicuramente tra quelle da non perdere ci sono quelle di Acquafredda, il cui nome deriva dalla sorgente di acqua dolce che sgorga nel mare, davanti alla spiaggia di Marizza. Qui non mancano pareti scoscese, grotte, baie e spiagge, alcune non raggiungibili se non via mare.

Spiaggia di Fiumicello

C’è poi la spiaggia di Fiumicello, una delle più rinomate e frequentate della costa di Maratea. Questa spiaggia è divisa in due tronchi dal torrente Fiumicello, che scorre lungo la valle, nella parte sud si affacciano alcuni suggestivi scogli e la torre Santavenere che ha anche un bellissimo litorale.

spiaggia maratea

Spiaggia di Fiumicello

A’ Gnola, e non solo

All’estremo sud della costa di Maratea, al confine con la Calabria, c’è Castrocucco con la bellissima spiaggia A’ Gnola. Ancora la spiaggia di Maremorto (detta anche Spiagga di Cala Tunnara) e nelle vicinanze del Porto è situata la Darsena, un piccolo anfratto naturale utilizzato per le piccole barche: verso Punta Santavenere invece si trova una spiaggetta privata.Completano il quadro idilliaco gli scogli di Calicastru.

Le informazioni sono tratte da Maratea.info

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook