La misteriosa leggenda del lago di Caldaro (FOTO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il lago di Caldaro è il più grande lago alpino balneabile dell’Alto Adige e si trova incastonato tra i vigneti, questo lo rende un luogo irresistibile dove praticare sport, rilassarsi e divertirsi.

La sua storia è avvolta nel mistero di una leggenda. Si dice, infatti, che il lago di Caldaro sia laddove un tempo sorgeva una città che ospitava abitanti senza cuore e compassione. C’era soltanto un anziano generoso che viveva sulla collina.

LEGGI anche: CAREZZA: IL LEGGENDARIO LAGO ARCOBALENO NEL CUORE DELLE DOLOMITI

Una sera, sempre secondo la tradizione, in questa casa arrivò Cristo chiedendo dell’acqua e del cibo. L’anziano però essendo molto povero gli potette offrire solo dell’acqua e gli propose di andare nel centro della città per chiedere del pane ai suoi concittadini.

lago di caldaro

Ma nessuno degli abitanti volle sfamare Cristo che si adirò a tal punto da trasformare l’acqua in una tempesta che sommerse tutta la città, creando così il lago di Caldaro. L’unico a salvarsi fu l’anziano che venne premiato per la sua generosità e grazie alla pesca non patì più la fame.

LEGGI anche: IL LAGO DI RESIA E LA LEGGENDA DEL CAMPANILE CHE EMERGE DALLE ACQUE (FOTO)

lago di caldaro1
lago di caldaro3

Il lago di Caldaro si trova nel comune omonimo e la sua nascita è quindi avvolta da un mistero. Oggi è racchiuso tra sentieri adatti sia al trekking, al nordic walking che a percorsi in bici. Sulle sponde si trovano poi quattro spiagge: il giusto mix tra relax e panorama mozzafiato.

Dominella Trunfio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook