Castello di Santa Severa: finalmente riapre uno dei luoghi più belli della costa italiana (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una nuova vita per il Castello di Santa Severa che riapre al pubblico regalando a cittadini e turisti un autentico gioiello del litorale laziale. Ad appena quaranta minuti da Roma, si trova infatti un castello dalla storia antichissima.

Il Castello di Santa Severa è nell’area dell’antico sito di Pyrgi, la città portuale prima etrusca e poi romana fondata tra la fine del VII e gli inizi del VI secolo a.C. Proprio qui, i conti della Tuscia fecero costruire una fortificazione dedicata alla martire Severa. È nel XIV secolo, invece, che nasce il castello vero e proprio.

Nel corso dei secoli è appartenuto a diverse famiglie nobili romane, mentre dal 1941 al 1980 è stato di proprietà dell’Ordine del Santo Spirito, diventando dimora di numerosi papi. Ma il Castello di Santa Severa è anche un monumento che fa parte del Programma di Valorizzazione e della Campagna ‘Art Bonus’.

Oggi completamente ristrutturato è stato affidato a Laziocrea Spa per i prossimi sei anni con un finanziamento di 2,5 milioni di euro, anche se già dal 2014 la Regione Lazio stava operando lavori di recupero.

castello di santa severa

“Finalmente il Castello di Santa Severa riapre perché dopo 10 anni abbiamo vinto questa battaglia di valorizzazione di uno dei luoghi più belli della nostra costa italiana e abbastanza unico nel suo genere. È un bellissimo castello toccato dal mare. L’idea è quella di farlo diventare un centro polivalente di attività culturali nonché una sorta di centro per il dialogo nel Mediterraneo”, ha spiegato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Buonanotte dal #castellosempreaperto #baciatodalmare #magiadicolori

Un post condiviso da Castello_SantaSevera (@castellosantasevera) in data:

Castello di Santa Severa, le novità

Oltre a un restyling esterno, all’interno del Castello di Santa Severa sono previsti cinque musei, cinque sale convegni di varie dimensioni, una libreria, un book shop che apriranno entro l’estate, mentre l’ hotel e il ristorante che apriranno nel 2018, oltre a sette diverse tipologie di spazi esterni per eventi.

Ci sono poi, la chiesa e il battistero, la torre del XII secoloe la rocca medievale. Da giugno 2017 spazio poi anche alla ludoteca dove ogni giorno, saranno previsti dei laboratori di archeologia, artigianato e giochi per bambini.

#uncastellosempreaperto #baciatodalmare #CoopCulture #LazioCrea #RegioneLazio #comunedisantamarinella #opentoday #castellovivo #belloesserci

Un post condiviso da Castello_SantaSevera (@castellosantasevera) in data:

Un servizio turistico completo e gratuito per tutti gli spazi aperti del Castello, mentre a pagamento unico per l’entrata nei cinque musei: il Museo del Castello, allestito grazie al Comune di Santa Marinella, racconterà tutte le scoperte, alla luce dei ritrovamenti degli ultimi scavi, il Museo del territorio, la Manica Lunga (a partire da giugno con una mostra su Afrodite curata dalla Soprintendenza), l’Antiquarium, il Museo del Mare e della Navigazione antica.

castello di santa severa2

A settembre 2017 ci sarà l’apertura, all’interno della Sala Nostromo, del progetto ‘Realtà aumentata’: un racconto multimediale, in cui storia e tecnologia si incontrano per una visita immersiva e multisensoriale.

Castello di Santa Severa, orari

Dal 25 Aprile a Settembre dalle ore 10 alle ore 19
dal martedì alla domenica

Apertura straordinaria serale dalle ore 20 alle ore 24
Giugno e Settembre: ogni sabato
Luglio e Agosto: ogni venerdì, sabato e domenica

castello di santa severa1

Castello di Santa Severa, biglietti

Intero € 8,00
Ridotto € 6,00

Per maggiori informazioni clicca qui

Dominella Trunfio

Foto

Foto cover

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook