Cammino delle 100 Torri, il meraviglioso viaggio a piedi lungo tutta la costa della Sardegna

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Cammino delle Cento Torri è un itinerario unico al mondo che si snoda lungo tutta la costa della Sardegna tra siti naturalistici e spiagge mozzafiato.

Cos’è il Cammino delle 100 Torri

Il Cammino delle 100 Torri è uno spettacolare itinerario ad anello che percorre in senso antiorario tutte le coste della Sardegna per 1284 chilometri.

Il cammino, il cui nome deriva dalla presenza di numerose torri lungo il tragitto, è composto da otto grandi vie: Via degli Angeli, Via Sarcapos, Via Ogliastra, Via Gallura, Via Catalana, Via dei Giganti, Via delle Miniere e Via del Martirio.

LEGGI anche: La rotta dei due mari: il cammino da Polignano a Taranto tra mare e tradizioni secolari

Le vie del cammino si percorrono a piedi e non si allontanano mai dal mare, attraversando città e ambienti naturali tra fenicotteri e saline, offrendo meravigliosi panorami tra le più belle spiagge sarde.

Si tratta di un percorso escursionistico davvero unico al mondo, che garantisce in ogni stagione scenari sempre diversi ed esperienze irripetibili.

Quando partire e come attrezzarsi per affrontare il Cammino

Il Cammino delle 100 Torri si percorre a piedi in un periodo compreso tra i 45 e i 60 giorni. Lungo il tragitto sono presenti oltre 200 strutture ricettive, svariati servizi, chioschi e bar, nonché diversi punti per rifornirsi di acqua. Inoltre, allontanandosi dal percorso, è possibile svolgere innumerevoli attività.

I sentieri non sono completamente segnati, ma è possibile fare riferimento a una guida redatta dall’associazione Cammino 100 Torri che include la mappa del percorso e dei servizi lungo il tragitto.

L’itinerario, suddiviso in 70 tappe, può essere iniziato da diversi punti tra cui Cagliari, Olbia, Porto Torres, Alghero e Oristano, non prevede varianti ed è diviso in percorsi verdi, gialli e rossi in base al livello di difficoltà.

Il cammino è infatti mediamente impegnativo ed è percorribile da chiunque, ma esistono almeno tre punti più difficili da percorrere per chi è poco allenato: chi desiderasse comunque attraversare i sentieri più complicati, può contare sull’esperienza delle guide, che possono accompagnare gli escursionisti lungo queste tratte.

Il percorso può essere effettuato tutto l’anno ma occorre tenere conto del fatto che durante i mesi invernali la maggior parte delle strutture sono chiuse, mentre d’estate bisogna prevedere alte temperature e un incremento dell’afflusso di visitatori, che rende necessaria la prenotazione.

I periodi ideali per mettersi in viaggio sono dunque da aprile a giugno e da settembre a ottobre, quando le strutture sono aperte e le temperature sono ancora gradevoli.

Il cammino può essere condiviso anche con il proprio amico a quattro zampe, facendo attenzione ai cani pastori che si potrebbero incontrare lungo il percorso.

 

Fonti di riferimento: Cammini d’Italia/Cammino 100 Torri

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
Cristalfarma

Meteorismo e pancia gonfia? Migliora la tua digestione con l’alimentazione e non solo…

Carnitina

Benefici, controindicazioni e quando è consigliato assumerla

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook