Green pass europeo: come funziona e da quando sarà attivo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si torna a viaggiare liberamente in Europa grazie all’Eu Digital Covid Certificate. Se ne parlava ormai da tempo, ma soltanto ieri il Parlamento, la Commissione e il Consiglio dell’Unione hanno raggiunto un accordo dopo giorni di lunghe trattative. Tuttavia, per l’entrata in vigore del Green pass europeo, prevista per l’1 luglio, bisognerà attendere il via libera da parte del Parlamento europeo. Il certificato, rilasciato ai cittadini europei gratuitamente, attesterà se una persona ha ricevuto il vaccino contro il Covid, ha effettuato un tampone con risultato negativo o è guarita dall’infezione. Funzionerà, quindi, in maniera simile alla certificazione verde adottata dall’Italia. 

Come funziona l’Eu Digital Covid Certificate

Come anticipato, il Green pass europeo servirà per muoversi senza limitazioni nei territori dell’Unione europea. Il Il possesso del certificato però non sarà una condizione necessaria per circolare in Europa né sarà considerato un documento di viaggio. Sarà, però, necessario per evitare restrizioni come la quarantena e il tampone obbligatorio. 

Il certificato verde digitale sarà accettato in tutti gli Stati membri dell’UE. Contribuirà a far sì che le restrizioni attualmente in vigore possano essere revocate in modo coordinato.” – spiega la Commissione europea  – Quando viaggiano, tutti i cittadini dell’UE o i cittadini di paesi terzi che soggiornano o risiedono legalmente nell’UE in possesso di un certificato verde digitale dovrebbero essere esentati dalle restrizioni alla libera circolazione allo stesso modo dei cittadini dello Stato membro visitato.

L’Eu Digital Covid Certificate verrà rilasciato in presenza di una delle seguenti condizioni:

  • Avvenuta vaccinazione contro il Covid (basterà la prima dose di vaccino, ma gli Stati membri la facoltà di decidere diversamente)
  • Negatività al test eseguito entro 48 ore
  • Essere guariti dal Covid-19

Il Green pass europeo sarà attivo dall’1 luglio e il regolamento che lo introduce dovrebbe restare in vigore per un anno. 

A chi richiedere il Green pass europeo 

Nel caso di avvenuta vaccinazione, il certificato verrà rilasciato – in formato cartaceo o digitale – dalla struttura sanitaria è stato effettuato il vaccino o il Servizio Sanitario Regionale di competenza. Invece, il documento (che può essere sia in versione cartacea che digitale) che attesta la negatività al tampone deve essere rilasciato dalla struttura sanitaria, dal laboratorio privato, dal medico o dalla farmacia dove è stato effettuato il testo. 

E per chi è guarito dal Covid? Anche in quel caso la certificazione viene rilasciata “in formato cartaceo o digitale, dalla struttura presso la quale è avvenuto il ricovero del paziente affetto da Covid-19, oppure, per i pazienti non ricoverati, dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta”. 

La versione digitale può essere salvata su un dispositivo mobile.” – si legge sul sito della Commissione Europea – I cittadini possono inoltre richiedere una versione cartacea. Entrambe le versioni disporranno di un codice QR contenente le informazioni essenziali e di un sigillo digitale per garantire l’autenticità del certificato.

Leggi anche: Come ottenere il Green pass in caso di tampone: chi lo rilascia e quanto costa

Privacy a rischio? 

Come verranno trattati i dati dei cittadini europei? Ci sono rischi concreti per la privacy?  Il Green pass europeo includerà informazioni fondamentali necessarie quali nome, data di nascita, data di rilascio, informazioni pertinenti su vaccino/test/guarigione e identificativo unico. Ma, come chiarito dalle istituzioni europee, i dati personali contenuti nei pass digitali non potranno essere immagazzinati nei Paesi Ue di destinazione proprio per tutelare la privacy di ogni cittadino.

Fonte: Commissione europea/Twitter

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Coripet

Meno plastica con le bottiglie realizzate in PET riciclato, Bottle to Bottle di Coripet premia te e l’ambiente

Telepass

Telepass: quante emissioni fa risparmiare non fare la fila al casello?

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook