cabina-vetro

Se la città ti stressa, a ridurre il nervosismo e le sensazioni negative ci pensa una cabina di vetro, una sorta di micro stanza immersa nel verde che sembra avere dei veri e propri poteri rigeneranti in sole 72 ore.

La natura si sa è un antistress molto potente ma non sempre abbiamo l’opportunità di approfittarne. Sembra che occorrano almeno 3 giorni di immersione completa nel verde per contribuire a curare i mali della vita frenetica di città. Ore importanti per rigenerarsi a suon di pace e tranquillità nel bosco e veder migliorare la propria salute fisica e mentale. 

Gli amanti della natura in Svezia hanno un sacco di spazi verdi disponibili, boschi e laghi incontaminati dove rigenerarsi quando più ne hanno bisogno eppure, per gli abitanti di questo paese ma non solo, sono nate anche delle speciali cabine. Queste si trovano precisamente a Henriksholm, un'isola privata nella provincia di Dalsland che si caratterizza per avere un panorama da favola, boschi incontaminati e prati.

Le micro cabine, progettate da Jeanna Berger studentessa di architettura svedese i cui genitori sono non a caso i proprietari dell’isola, sono state dislocate in diversi punti remoti e particolarmente belli di Henriksholm. Le strutture, in pratica delle mini stanze da letto adatte ad un massimo due persone, sono in vetro e hanno come caratteristica principale quella di far vivere appieno il contatto con la natura.

cabina vetro1
Foto: Maja Flink

La situazione è poi diventata motivo di studio grazie ai ricercatori del Karolinska Institute, una delle principali università di ricerca medica con sede a Stoccolma, che hanno voluto valutare gli effetti sulla salute delle persone dopo 3 giorni che alloggiavano all’interno di queste microcabine immerse nella natura.

5 i partecipanti all'esperimento: Chris, un giornalista di viaggi con sede a Londra in cerca di pace e tranquillità, Steffi, ufficiale di polizia di Monaco di Baviera in lotta con la natura imprevedibile del suo lavoro; Ben, un presentatore televisivo di Londra sempre in movimento; Baqer, un coordinatore di eventi di New York City sempre attivo e Marilyne, una tassista parigina che vive tutti i giorni i disagi di guidare nel traffico.

cabina vetro
Foto: Magnus Klang

Dopo un ritiro di tre giorni sull’isola di Henriksholm soggiornando nelle piccole cabine di vetro e partecipando ad attività all’aperto sembra che queste persone abbiano sperimentato livelli significativi di riduzione dello stress che addirittura sono scesi del 70%. I partecipanti hanno inoltre avuto una diminuzione del 9% della pressione sanguigna sistolica, con frequenze cardiache abbassate e una significativa diminuzione dell'ansia.

Leggi anche:

Una volta terminato lo studio, le prenotazioni per soggiornare 72 ore nelle cabine di vetro sono state aperte al pubblico. Ma non le possono occupare dei turisti qualsiasi, il progetto è stato concepito proprio per coloro che hanno bisogno di allentare lo stress grazie al rapporto con la natura, in particolare dunque per le persone che vivono in città e fanno lavori particolarmente impegnativi. Di gestire la cosa con appositi pacchetti adesso se ne occupa direttamente l’ente per il turismo svedese.

Francesca Biagioli

Foto copertina:  Jonas Ingman

forest bathing sm

Trentino

Forest Bathing e non solo, per guarire con la natura

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
banner orto giardino
whatsapp
seguici su instagram