In Olanda un parco al buio per poter ammirare al meglio le stelle

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

“E quindi uscimmo a riveder le stelle” è il verso dantesco che esprime con genialità il sollievo e il senso di bellezza che riempie l’essere umano quando ammira il cielo stellato. Tuttavia, la meraviglia siderale che poteva osservare il Sommo Poeta nel Medioevo è molto diversa da ciò che vediamo oggi, sommersi dall’illuminazione artificiale.

L’inquinamento luminoso, una delle forme più diffuse di alterazione ambientale

L’80%  della popolazione mondiale e il 99% della popolazione statunitense ed europea vive sotto a un cielo inquinato da luci artificiali.

L’inquinamento luminoso è l’introduzione non solo diretta, ma anche indiretta di luci artificiali ed è una delle forme più diffuse di alterazione ambientale, che causa danni a tutte le specie viventi.

L’illuminazione arriva anche in posti non vicini alle sorgenti luminose, poiché la luce si propaga per centinaia di chilometri dalle fonti, rovinando così aree protette e parchi nazionali.

La causa principale di questo tipo di inquinamento è dovuta alle emissioni di impianti non a norma, che non emettono solo la luce funzionale alla visione notturna in una data zona, disperdendone parecchia in altre direzioni.

Il parco al buio da cui guardare le stelle in Olanda

dark park olanda

Da questa grave situazione nasce l’idea di creare delle zone franche, non inquinate dalla luce artificiale, dove tutelare il naturale habitat di flora e fauna, perfette anche per ammirare il cielo stellato.

Queste vere e proprie riserve sono presenti in diverse parti del mondo, tra cui in Olanda, dove è nato un parco considerato tra i più bui  per ammirare le stelle. Si tratta del Dark Sky Park di Boshplaat, a Terschelling, una delle Isole Frisone occidentali.

Da questo incantevole luogo è possibile ammirare gli astri in maniera chiara, potendo godere della loro bellezza. Il parco infatti è uno dei più adatti per osservare in tutta la sua maestosità la Via Lattea, considerata patrimonio dell’UNESCO, anche senza l’ausilio del telescopio.

Al mondo esistono 41 di queste oasi, ma il parco delle Isole Frisone è considerato uno dei più belli per l’eco-turismo. Qui la notte non resta che  stendersi sull’erba, ben coperti per proteggersi dal freddo, e tornare a riveder le stelle.
Potete cliccare qui e qui per maggiori informazioni

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Redattrice su temi della sostenibilità sociale e ambientale. Laureata con lode in filosofia, ha conseguito un master di II livello in Rendicontazione Innovazione e Sostenibilità. Ha maturato esperienza nella comunicazione e nell’organizzazione di eventi presso enti profit e no profit.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook