Parc Güell, il meraviglioso giardino di Gaudì da vedere almeno una volta nella vita

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Parc Güell è uno dei simboli di Barcellona ed è inserito nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità Unesco. Progettato agli inizi del Novecento dall’architetto catalano Antoni Gaudì, è una delle più belle attrazioni turistiche della Spagna.

Parc Güell si trova sulla collina El Carmel nel quartiere Gràcia, esso venne commissionato a Gaudí dall’imprenditore catalano, Eusebi Guëll. La sua richiesta era quella di un parco-giardino in stile inglese, dove cittadini e turisti potessero rilassarsi godendo di una vista mozzafiato di tutta Barcellona.

All’interno di Parc Güell era prevista anche la costruzione di una zona residenziale con circa 60 case, progetto che per fortuna non decollò mai. Dal 1922 il parco è di proprietà della città di Barcellona e da allora i cancelli sono aperti al pubblico anche se, dal 2013 l’accesso alla zona monumentale è a pagamento.

parc guellFoto: Roberta Ragni

In una delle abitazioni edificate all’interno di Parc Güell ci abitò per molti anni lo stesso Gaudí assieme al padre e la nipote, fino al suo trasloco definitivo nel cantiere della Sagrada Familia.

L’artista catalano anche qui, così come a Casa Battlò e nelle altre sue opere, ha utilizzato il trencadìs, ovvero una tecnica decorativa che unisce frammenti di ceramica e pezzi di vetro colorati, riproducendo una sorta di mosaico con materiali di scarto.

parc guell8
Oggi è possibile ammirare variopinte tessere colorate che assieme alle sue sculture in calcestruzzo rappresentano tutto un universo di animali fantastici. Nel suo stile c’è quello di legare la natura all’arte, tra gli esempi riprodotti a Parc Güell troviamo la passeggiata coperta con delle colonne che hanno le forme dei tronchi degli alberi o delle stalattiti, le fontane e le arcate artificiali di roccia.

Parc Güell, cosa vedere

Da qualsiasi prospettiva venga visto, Parc Güell appare straordinario e difficilmente si dimenticheranno le forme, i colori e lo stile di Gaudì. La sua capacità di creare opere architettoniche insolite viene rispecchiata in tutta Barcellona. Essendo il parco molto ampio, ecco i nostri consigli su cosa vedere.

Parc Güell, le due case

A Parc Güell si arriva dopo una lunga e ripida salita, ma si viene accolti da due meravigliose strutture, le due case appunto che hanno i tetti a forma di fungo e le cupole ornate da dettagli colorati. Qui in principio, si trovavano due gazzelle meccaniche a grandezza naturale, che vennero però distrutte durante la guerra Civile.

parc guell 3

Parc Güell,la scalinata

La scalinata di Parc Güell è dominata dalla salamandra decorata con ceramiche e vetri rotti, impossibile non fermarsi a fare una foto ricordo in trencadìs.

parc guell1

Parc Güell, la Sala delle 100 colonne

In stile dorico le colonne in realtà sono 85 e non 100 e sostengono la terrazza. Il soffitto è costellato da simboli religiosi, mitologici e astrologici elaborati con il mosaico.

parc guell 4

Parc Güell, la panchina

Dalla panca a forma di serpente potete godere di una vista spettacolare di Barcellona. Completamente adornata a mosaico dall’assistente di Gaudí, Josep Maria Jujol delimita l’area di tutta la terrazza panoramica.

parc guell5

Parc Güell,Museo di Gaudí

Il museo, conosciuto anche come Casa Museu Gaudí, si trova dentro a Parc Güell e fu la casa dello stesso Gaudí tra il 1906 ed il 1926, alla quale si può accedere (a pagamento). Si trovano qui tutti i materiali utilizzati per la costruzione di Casa Batlló, la Pedrera e Palau Güell oltre al suo guardaroba, il letto e vari effetti personali.

parc guell6

Parc Güell, come arrivare

La fermata della metro più vicina al Parc Güell è Lesseps, da lì vi aspettano 20 minuti di camminata in salita; alternativa è scendere alla fermata di Vallcarca e prendere le scale mobili. Altra soluzione è l’autobus: prendete il numero 24 da Plaça Catalunya o Poble Sec o il numero 92 da Glòries e Port Olímpic per la stessa destinazione che vi lasciano davanti all’entrata di Parc Güell. Ci sono altri autobus che vi portano vicino: 31, 32, H6 e 112.

Parc Güell, orario e prezzi

  • Dal 1 gennaio al 14 febbraio 2020: dalle ore 8.30 alle ore 18.15 (l’ultimo ingresso è alle ore 17.30)
  • Dal 15 febbraio al 28 marzo 2020: dalle 8.30 alle ore 19 (l’ultimo ingresso è alle ore 18.00)
  • Dal 29 marzo al 26 aprile 2020: dalle 8.00 alle ore 20.30 (l’ultimo ingresso è alle ore 19:30)
  • Dal 27 aprile al 23 agosto 2020: dalle ore 8.00 alle ore 21.30 (l’ultimo ingresso è alle ore 20:30)
  • Dal 24 agosto al 24 ottobre 2020: dalle ore 8.00 alle ore 20.30 (l’ultimo ingresso è alle ore 19.30)
  • Dal 25 ottobre 2020 al 31 dicembre 2020: dalle ore 8.30 alle ore 18.15 (l’ultimo ingresso è alle ore 17.30)

Per quanto riguarda i biglietti:

  • Adulti: 10€
  • Bambini dai 7 ai 12 anni: 7€
  • Over 65 anni: 7€
  • Bambini da 0 a 6 anni e disabili: gratis
  • Accompagnatore di persona disabile: 7€

I biglietti si possono comprare online a partire da tre mesi prima della visita. Il biglietto include una navetta gratuita che dalla stazione della linea gialla Alfons X vi lascia al Parc Güell in circa 15 minuti. Basterà presentare il biglietto del parco al conducente (anche da cellulare).

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook