Scoperto il mistero di Stonehenge grazie alla siccità

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il cerchio si chiude. Uno dei tanti misteri di Stonehenge potrebbe essere stato risolto, non a causa di una scoperta scientifica o di ricerca minuziosa, ma grazie a un tubo per l’irrigazione troppo corto. Gli archeologi hanno a lungo discusso sulla possibilità che il monumento antico fosse, in origine, un cerchio perfetto e non, come è ora, un anello incompleto.

Quando il tubo utilizzato per mantenere l’erba verde nei periodi caldi non è più riuscito a raggiungere una parte della struttura neolitica di megaliti, sono iniziate ad apparire antiestetiche macchie marroni. Ma il male non è venuto per nuocere, anzi: ha messo in evidenza proprio i punti dove le pietre erano state poste 4000 anni fa. Uno dei primi ad accorgersene è stato il custode Tim Daw: le macchie formavano un cerchio completo.

Mi sono ricordato che le macchie si trovavano dove gli archeologi avevano cercato senza successo i segni delle pietre assenti. Ho chiamato il mio collega e abbiamo intuito il loro possibile significato. Non essendo archeologi, abbiamo chiamato i professionistiha raccontato il dipendente – […] Sono ancora stupito, e molto contento, di come guardando semplicemente qualcosa che decine di migliaia di persone avevano distrattamente osservato, si possono scoprire segreti che macchinari sofisticati non possono fare“.

Così è partita la macchina degli esperti, che hanno subito scattato delle fotografie aeree e mappato l’area prima che le macchie scomparissero. Pur essendo uno dei monumenti preistorici più intensamente esplorati, Stonehenge continua a riservare sorprese. E noi abbiamo ancora tanto da imparare.

Roberta Ragni

Photo Credit English Heritage/Damian Grady

Leggi anche:

I 15 luoghi maggiormente rovinati dal turismo di massa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook