Limitezero: attraversare il confine tra Spagna e Portogallo volando lungo un cavo d’acciaio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Volare oltreconfine dalla Spagna per raggiungere il Portogallo lungo un cavo d’acciaio. Non si tratta di un’impresa impossibile, ma di una nuova avventura per i viaggiatori più temerari. Una speciale teleferica, soprannominata Limitezero o Tirolina, collega Sanlucar de Guadiana in Andalusia (Spagna) alla località di Alcoutim, nell’Algarve, in Portogallo.

Il percorso supera i 720 metri di lunghezza. Si tratta dell’unico esempio di teleferica “a volo d’angelo” che permette di attraversare un confine internazionale ad una velocità compresa tra i 70 e gli 80 chilometri all’ora. Il “volo” permette di superare il confine naturale rappresentato dal fiume Guadiana.

La piattaforma di partenza si trova sul lato del castello di Sanlucar, quasi 100 metri sopra il fiume. Il punto di atterraggio è invece a soli 15 metri di altezza. L’angolo medio di discesa è di circa il 12,47%. Dopo aver completato il percorso sospeso, i viaggiatori possono fare ritorno in Spagna in traghetto. Tra i due Paesi c’è un’ora di differenza, per via del fuso orario.

L’originale progetto è nato grazie al finanziamento privato dell’inglese David Jaman, che è molto fiero di aver contribuito alla nascita di un percorso che permette di unire rapidamente e in modo divertente due Paesi separati da un fiume largo 150 metri. Il cavo sospeso può trasportare fino a 24/30 persone ogni ora.

tirolina 1

tirolina 2

È possibile accedere al percorso 200 giorni all’anno e il costo è di 15 euro – compreso il viaggio di ritorno in traghetto. Le chiusure avvengono di solito tra novembre e febbraio. L’età minima per attraversare il fiume in volo è di 14 anni. Il peso per persona deve essere compreso tra i 25 e 110 chili. Sanlucar si trova 130 chilometri ad ovest di Siviglia. Alcoutim è a 35 chilometri dalla costa dell’Algarve e a 70 chilometri dall’aeroporto di Faro. Paesaggio spettacolare, velocità e adrenalina: ecco le caratteristiche del percorso che attirano di più turisti e curiosi.

E in Italia? Un’iniziativa simile è presente anche nel nostro Paese, in Basilicata, dove si può vivere un’emozione unica: il Volo dell’Angelo. Un cavo sospeso collega i borghi di Castelmezzano e Pietrapertosa, sulle Dolomiti Lucane. Legati grazie ad un’apposita imbracatura, si può provare per qualche minuto l’ebbrezza del volo. Il percorso si svolge su due linee differenti il cui dislivello è rispettivamente di 118 e 130 metri.

volo angelo basilicata

volo angelo

fonte foto: volodellangelo.com

La prima linea, detta di San Martino, parte da Pietrapertosa (quota di partenza 1020 metri) e arriva a Castelmezzano (quota di arrivo 859 metri) dopo aver percorso 1415 metri raggiungendo una velocità massima di 110 Km/h.

LEGGI anche: Esperienze indimenticabili: il Volo dell’Angelo

La seconda linea permette di lanciarsi da Castelmezzano (quota di partenza 1019 metri) e arrivare a Pietrapertosa (quota di arrivo 888 metri) toccando i 120 Km/h su una distanza di 1452 metri. Concluso il percorso, si potranno visitare a piedi i paesi d’arrivo.

Marta Albè

Fonte foto: limitezero.com

Leggi anche:

Portogallo: le 10 spiagge piu belle dell’Algarve

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook