La Grecia riapre ai turisti di 29 paesi. Esclusa l’Italia (ma anche Francia, Spagna e Gran Bretagna)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La Grecia riapre le porte ai turisti. E’ stato appena reso noto il piano per il riavvio del turismo anche dall’estero. Il governo ellenico ha fatto sapere che dal 15 giugno i visitatori provenienti da 29 paesi saranno i benvenuti in Grecia, ma l’Italia non è tra questi.

Oggi il ministro del turismo greco Harry Theoharis ha presentato “Restart Tourism”, il nuovo piano per il turismo ai tempi del coronavirus, settore gravemente penalizzato dalla pandemia. In Grecia dal 15 giugno potranno accedere i cittadini di 29 paesi. Theoharis  ha spiegato che i viaggiatori dei paesi autorizzati potranno entrare in Grecia con voli diretti per Atene e Salonicco.

Ma gli italiani al momento non potranno recarsi in Grecia. Potranno farlo addirittura i cinesi ma noi, così come gli spagnoli, gli inglesi e i francesi, resteremo esclusi dai confini greci. In realtà, le restrizioni non riguardano la nazionalità ma la provenienza ossia il luogo di partenza.

“L’elenco sarà ampliato il 1° luglio per includere altri paesi. ‘Restart Tourism’ è un piano completo, coerente e dettagliato per ripristinare il turismo greco affinché funzioni in modo sicuro ed efficiente per l’economia nazionale”, ha detto il ministro Theoharis.

Secondo il piano, la Grecia durante la stagione turistica sarà in grado di gestire eventuali casi Covid-19 immediatamente e sul posto nelle destinazioni, accogliendo e ospitando in sicurezza i turisti dall’estero.

“Ha regole chiaramente definite, che includono protocolli per il funzionamento sicuro delle imprese turistiche e per la protezione dei visitatori durante i loro viaggi e trasporti”, ha dettoTheoharis.

Le priorità del piano di riavvio turistico del paese includono la sicurezza dei dipendenti e dei visitatori, il rafforzamento delle infrastrutture sanitarie nelle destinazioni turistiche ove necessario e il sostegno alle imprese turistiche.

I 29 paesi 

Chi potrà recarsi in Grecia? Al momento i 29 paesi autorizzati sono: Albania, Australia, Austria, Macedonia del Nord, Bulgaria, Germania, Danimarca, Svizzera, Estonia, Giappone, Israele, Cina, Croazia, Cipro, Lettonia, Libano, Nuova Zelanda, Lituania, Malta, Montenegro, Norvegia, Corea del Sud, Ungheria, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Repubblica Ceca e Finlandia.

Secondo il ministro, Theoharis dal 15 giugno la Grecia consentirà l’ingresso dei turisti in arrivo inizialmente da questi paesi, scelti in base a criteri epidemiologici. Il 1 ° luglio invece è la data in cui è previsto che tutti gli aeroporti della Grecia inizino a consentire lo sbarco dei voli internazionali.

La roadmap

Lunedì 1 giugno: apriranno campi, campeggi e hotel per tutto l’anno
Lunedì 15 giugno: verranno aperti tutti gli altri alloggi (hotel e resort stagionali). Lo stesso giorno avrà luogo la prima fase della fine delle restrizioni sui voli internazionali, con l’atterraggio di aeromobili inizialmente solo all’aeroporto di Atene
Mercoledì 1° luglio: partirà la seconda fase di riduzione delle restrizioni sui voli internazionali direti verso tutti gli aeroporti greci
Mercoledì 15 luglio: graduale revoca delle restanti restrizioni.

roadmap grecia

©greekcitytimes

Nessun test o quarantena

Secondo quanto affermato dal ministro, i turisti in arrivo in Grecia non dovranno sottoporsi a un test prima del viaggio né saranno messi in quarantena dopo l’arrivo. Tuttavia, i visitatori saranno sottoposti a test campione al loro arrivo negli scali ellenici.

Il piano di riavvio del turismo greco prevede protocolli sanitari specifici per gli hotel, gli autobus turistici, le compagnie di leasing di automobili, i traghetti, le compagnie aeree (norme sanitarie a bordo dei voli e negli aeroporti).

Il paese quindi parte dal rilancio del turismo, considerando anche il ritretto numero di casi positivi registrati dall’inizio della pandemia. Ad oggi, il numero di contagiati in Grecia è pari a 2906, le vittime sono state 175.

Chi aveva in programma di trascorrere qualche giorno di vacanza in Grecia, almeno per il momento dovrà mettersi il cuore in pace, anzi. Visto che l’Italia non ha nulla da invidiare alla Grecia sia sul piano culturale che su quello della bellezza di mare e spiagge, dovremo cercare di favorire il turismo nazionale visitando il nostro paese.

Fonti di riferimento: Greekcitytimes, Gnto.gov,

LEGGI anche:

Grecia: le 10 spiagge più belle

Giappone: metà soggiorno gratis per gli stranieri, la ricetta del Governo per rilanciare il turismo internazionale

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Deceuninck

Come scegliere gli infissi giusti per una casa ecosostenibile

Carnitina

Benefici, controindicazioni e quando è consigliato assumerla

Cristalfarma

Meteorismo e pancia gonfia? Migliora la tua digestione con l’alimentazione e non solo…

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook