villaggio fantasma monteruga

Dagli anni Ottanta balza alla cronaca solo perché è diventato un simbolo dell’abbandono. Tra le sterpaglie delle campagne di San Pancrazio, Salice e Veglie, nel cuore del Salento si trova Monteruga, un piccolo borgo nato in epoca fascista che da oltre trent’anni non conta più abitanti.

La storia di Monteruga è quella di un paesino nato intorno agli anni Cinquanta grazie ad una masseria. Meno di mille abitanti e i servizi essenziali: la scuola, la caserma, la chiesa, i frantoi, parte integrante di un agglomerato del regime fascista morto dopo la privatizzazione dell’azienda agricola, diventato oggi l’emblema della desolazione.

LEGGI anche: LATURO: UN BORGO FANTASMA DA RECUPERARE IN MODO SOSTENIBILE

Oggi Monteruga è visitata solo dai curiosi che vogliono scoprire se questo posto esiste davvero. Un paese fantasma vittima del degrado e dell’incuria, in cui tutti quei luoghi un tempo riempiti da volti e voci sono stati dimenticati.

LEGGI anche: CIVITA DI BAGNOREGIO, IL MERAVIGLIOSO BORGO DI TUFO CHE RISCHIA DI SCOMPARIRE PER SEMPRE

Le strutture sono fatiscenti, molti edifici non hanno più porte e finestre, Monteruga è un luogo spettrale. Dopo la privatizzazione dei terreni agricoli che davano il sostentamento alla comunità locale e l’urbanizzazione dei grandi centri, gli abitanti del paese salentino hanno lasciato le loro case. 

LEGGI anche: BORGHI ABBANDONATI: IN ITALIA SONO 1500 E RISCHIANO DI SCOMPARIRE PER SEMPRE (FOTO)

monteruga3
 monteruga4
monteruga 6 1
monteruga 6
monteruga5
 
Una fine lenta ma inesorabile: Monteruga è stata perfino ignorata dall’amministrazione che non ha saputo vederne le potenzialità trasformandola in un borgo di ospitalità diffusa. Oggi i visitatori ci sono ma il turismo è quello dell’abbandono.

Dominella Trunfio

Foto

casa verde

Reale Mutua

La casa verde: pannelli solari e pozzi geotermici

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram