Giardini di Ninfa: riapre il parco più romantico del mondo. Date e tariffe 2019

Giardino Ninfa Lazio

Flora mediterranea e aceri giapponesi, meravigliosi roseti e noci americani: il Giardino di Ninfa, nel Lazio, tra Cisterna di Latina e Sermoneta, è uno di quei luoghi che vanno visitati almeno una volta nella vita e dove ci si mette in pace con la natura.

Una natura che ha i suoi ritmi e i suoi equilibri, tanto che l’apertura al pubblico del parco è possibile solo in giorni stabiliti e con visite guidate. Per il 2019 sono già state fissate alcune date a partire da aprile.

Eletto dal New York Times il più bello e romantico del mondo, premiato nella sezione “L’eredità europea dei giardini e del giardinaggio” dell’European Garden Award 2018-2019, dichiarato Monumento naturale dalla Regione Lazio dal 2000 e Oasi affiliata del WWF, il Giardino di Ninfa è un riserva eccezionale di otto ettari ai piedi dei monti Lepini.

Grazie al clima unico che qui si ritrova (la rupe di Norma protegge il territorio dai venti del nord e crea un microclima favorevole), sono cresciute al suo interno, tra il fiume Ninfa e vari ruscelli d’irrigazione, circa 1300 specie di piante provenienti da ogni parte del mondo.

Accanto alla flora mediterranea e ai roseti, infatti, si ammirano noci americani, aceri giapponesi, yucca o l’albero della nebbia, così chiamato per le sue infiorescenze a piumino rosa simili a zucchero filato.

La storia del Giardino di Ninfa

giardino ninfa

Le origini del Giardino si attestano all’epoca romana, quando nella zona venne costruito un piccolo tempio dedicato alle Ninfe Naiadi. Dall’VIII secolo entrò nell’amministrazione della Chiesa e alla fine del ‘200, con la salita al soglio pontificio di Benedetto Caetani, Bonifacio VIII, il territorio passò di proprietà alla grande famiglia Caetani, che lo portò al suo massimo splendore. Ma il Giardino ha conosciuto anche momenti di abbandono a causa di battaglie interne, distruzioni, carestie e di malaria che infestarono la pianura pontina alla fine del ‘300 e nel ‘600.

giardino ninfa 1giardino ninfa 3giardino ninfa 2

Più tardi, gli stessi Caetani decisero di bonificare le paludi per creare un romantico giardino in stile inglese, piantando cipressi, lecci, faggi e roseti. Restaurarono anche alcune rovine, tra cui il Castello costruito nel borgo medievale di Sermoneta, che divenne la casa di campagna di famiglia. Più di recente, è stata portata a nuova vita l’area circostante al giardino, il Parco Pantanello, che si estende per 100 ettari al di fuori delle mura.

Giardino di Ninfa: giorni e orari apertura 2019

giardino ninfa 4

Queste le date di apertura del Giardino di Ninfa per quest'anno:

  • Aprile: 6,7,14, 21, 22, 25 e 28
  • Maggio: 1, 4, 5, 12, 19, 26
  • Giugno: 1, 2 e 16
  • Luglio: 6, 7 e 21
  • Agosto: 3, 4 e 15
  • Settembre: 7 e 8
  • Ottobre: 5 e 6
  • Novembre: solo domenica 3

Gli orari di apertura sono:

da aprile a giugno la mattina dalle 9 alle 12; il pomeriggio dalle 14.30 alle 18; da luglio a settembre la mattina dalle 9 alle 12, il pomeriggio dalle 15 alle 18:30; a ottobre e novembre dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 16.

Prezzi dei biglietti

Il biglietto per la visita ai Giardini di Ninfa costa 15 euro, più 0,50 centesimi in caso di prevendita; 8 € per persone con disabilità superiore al 75%; ingresso gratuito per bambini sotto i 12 anni. Per i soci FAI ingresso a 12.50. La biglietteria online è attiva all'indirizzo www.giardinidininfa.it

Leggi anche:

Germana Carillo
Foto

arona tgi

SEAT

Nuova SEAT Arona TGI a metano: prezzi, modelli e caratteristiche

whatsapp

WhatsApp

greenMe è su WhatsApp! News sul tuo cellulare ogni giorno

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
oli essenziali
ricette
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
corsi pagamento
whatsapp gratis
seguici su instagram