Igloo village: in Lapponia le innovative strutture di vetro da cui ammirare l’aurora boreale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un moderno igloo con una vista mozzafiato. Immerso nella natura selvaggia dei suggestivi paesaggi della Lapponia, in prossimità del Parco Nazionale di Urho Kekkonen, l‘Hotel Kakslauttanen dispone di una delle migliori viste del circolo polare artico per ammirare una delle sette meraviglie del mondo, l’aurora boreale, ma anche milioni e milioni di stelle che popolano il cielo. Lontani dall’inquinamento luminoso e dalla fitta vegetazione, ci sono, infatti, 20 igloo di vetro, che rendono tutto ciò possibile grazie alle loro pareti trasparenti.

Sulla base di una idea innovativa e di anni di ricerca e sviluppo, gli igloo di vetro sono una meraviglia della tecnologia moderna. Costruiti con un vetro speciale termico che mantiene la temperatura all’interno a un livello normale e impedisce al vetro l’appannamento, queste strutture consentono un soggiorno confortevole immersi nella natura anche quando le temperature scendono.

Ogni igloo, disponibile al prezzo di circa 340 euro a coppia per notte, è dotato di ogni confort, compresi i servizi igienici, anche se alcune recensioni dei viaggiatori lamentano l’assenza delle docce e la mancanza di privacy causata dalle porte a vetro.

Ma, in compenso, l’hotel tiene aggiornati i suoi ospiti sulle condizioni meteorologiche e suona un campanello di segnalazione quando il fenomeno è visibile e arriva il momento di guardare il cielo. Nel complesso, da dove partono escursioni in slitta con gli con gli husky, con le renne o in motoslitta, ci sono anche 40 comodi chalet e una grande “savusauna”, un particolare tipo di sauna finlandese in cui il fumo prodotto da legni secchi e aromatici e che circola liberamente nell’ambiente rilascia un gradevole profumo.

In inverno, poi, oltre agli igloo di vetro, chi è particolarmente coraggioso può scegliere anche di soggiornarne in un igloo “vero”, fatto rigorosamente di neve. Freddolosi, meglio astenersi.

Roberta Ragni

Leggi anche:

Ice-hotels: gli alberghi di ghiaccio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook