Harpur Hill. La laguna blu perché avvelenata: tutte le immagini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Da lontano, questa cava abbandonata ad Harpur Hill, nei pressi della città inglese di Buxton, si presenta come un vero e proprio paradiso. L’acqua è di un magnifico color turchese brillante e assomiglia ad alcune meravigliose spiagge del Mediterraneo. La gente del posto la chiama “Blue Lagoon”, laguna blu, ma, in questo caso, le apparenze ingannano.

In realtà, infatti, l’acqua della piscina è di colore blu a causa dell’inquinamento chimico derivante da residui industriali tossici, come dimostrano i numerosi cartelli vicino alla costa che avvertono le persone sui contenuti pericolosi dello specchio d’acqua, che includono auto abbandonate, animali morti e rifiuti umani.

Eppure, nonostante gli avvertimenti, la cava allagata è diventata una meta turistica bizzarra per giovani e persino famiglie, che vengono qui a bivaccare, nuotare e fare feste notturne, dal momento che le foto sul web mostrano un tratto idilliaco di costa, con acqua “limpida” e una spiaggia di “sabbia”, fatta di residui calcareii.

L’attraente colorazione dell’acqua è causata dalle circostanti rocce calcaree che rilasciano cristalli di calcite in acqua, trasformandola in color turchese. L’ossido di calcio, poi, porta il livello di pH a 11,3, solo leggermente inferiore a quello di candeggina (pH 12,6) e dell’ammoniaca (pH 11,5), quindi abbastanza tossico da causare irritazioni della pelle e degli occhi, problemi di stomaco e infezioni fungine.

Nel giugno del 2013, le istituzioni hanno deciso di versare della vernice nera in acqua per diminuire il suo fascino, e finora sembra che il piano abbia funzionato. I turisti hanno smesso di nuotare. Ora non pensano più di essere in vacanza alle Bahamas: sanno di essere a Harpur Hill, tra spazzatura e sostanze tossiche.

Roberta Ragni

Fonte e foto

LEGGI anche:

Il Monte Kelimutu e i laghi tricolore in Indonesia

Lake Hillier, il mistero del lago rosa

Loughareema, il lago che scompare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook