ecoalberghi

Quali sono le strutture ricettive più green d'Italia? Sugli ecoalberghi ovvero quegli hotel - ma non solo - che si impegnano in maniera particolare a rispettare il Pianeta attraverso piani di efficienza energetica, raccolta differenziata, fornitura di alimenti biologici e a km zero avevamo dedicato un’ampia guida in cui spiegavamo i differenti parametri affinché una struttura turistica possa essere definata “eco” e adatta ad un turismo sostenibile.

In tal senso in Italia spiccano iniziative come quelle del circuito di EcoWoldHotel o quella di Legambiente Turismo che assegna una sorta di certificazione, un'etichetta ecologica, agli alberghi giudicati maggiormente sostenibili in base a determinati parametri fissi.

Una volta ottenuta la certificazione però, attenzione ad abbassare la guardia, perché i controlli periodici e spesso improvvisi che effettua l’associazione per accertare che gli hotel rispettino i requisiti dichiarati, fungono da garanzia.

E così, proprio sulla base di questi controlli Legambiente Turismo anche per il 2011 ha stilato la classifica delle migliori strutture green aderenti alla sua etichetta ecologica – in un totale di 402 - tra hotel, campeggi, b&b, agriturismi, osterie. Quest’anno sono 23 le eccellenze sparse in tutta Italia.

Questo l'elenco delle strutture selezionate:

LOMBARDIA (3): la Casa Vacanza il Castello di Zorzino (BG) “per la promozione del territorio”, il Cocca Hotel di Sarnico (BG) “Amico del Clima per l'innovazione energetica”, l'Agriturismo Clarabella di ISEO (BS) per l'impegno sociale.

LIGURIA (2): l'Hotel Sette Archi di Bocca di Magra (SP) per l'uso e la promozione dei prodotti locali; i Bagni Garibaldi di Finale Ligure per l'Impegno sociale;

EMILIA-ROMAGNA (7): l'Hotel Estate di Rimini per il buffet della prima colazione; l'Hotel Magic di Riccione per l'alimentazione con prodotti locali e la gestione energetica – il Camping Marecchia di Pennabilli (RN) “per l'integrazione tra turismo, arte e paesaggio”, l'Hotel Antares di Cervia (RA) per la gestione complessiva”, il Park Gallanti Village di Lido di Pomposa (FE) per la gestione complessiva; l'Agriturismo Lama di Valle Rosa di San Martino (FE) e il B&B I Casolari di Aguscello (FE) quali “amici del clima” per l'innovazione energetica.

TOSCANA (4): L'Agriturismo Le Due Ruote di Alberese (GR) per la Promozione del territorio; il B&B Albergo I Villini di Pontassieve, per la riduzione dei rifiuti, il riciclaggio e il riuso, il Bagno Oliviero di Marina di Massa (LU) per la gestione complessiva, l'Hotel Montemerlo di Fetovaia (Isola d'Elba - LI)) quale “Amico del clima”.

ABRUZZO (2): Hotel Baltic di Giulianova Lido (TE) e l'Hotel Sympathy di Villa Rosa di Martinsicuro (TE), per l'iniziativa di promozione della bici.

LAZIO (1): l'Eco Hotel di Roma (RN) quale “Amico del clima” per l'innovazione energetica.

CAMPANIA (2): il Villaggio Baia del Silenzio di Caprioli di Pisciotta (SA) per la gestione, il Ristorante Il Panigaccio di Eboli per la gestione complessiva e l'innovazione strutturale ed energetica.

PUGLIA (1): la Trattoria Retrò di Castrignano del Capo (LE), “per la gestione complessiva”.

SICILIA (1): l'Agriturismo Il Granaio di Modica (RG) quale amico del Clima per l'innovazione energetica.

SARDEGNA (1) : Menzione speciale a tutti gli aderenti (9) a Legambiente Turismo nelle province di Ogliastra e Nuoro per l'ottima gestione delle aziende e il lavoro di gruppo

Anche nella crisi economicaha detto il presidente nazionale Luigi Rambelli - l'ambiente è sempre più un fattore competitivo, come sottolineano le rilevazioni di mercato che indicano come l'apprezzamento per il paesaggio, per i beni culturali e ambientali e la qualità del cibo siano gli elementi che ancora salvano la nostra “industria” del viaggio”. Tutte le imprese selezionate – ha aggiunto Rambelli - oltre ad aver onorato gli impegni obbligatori concordati hanno aggiunto innovazioni nell'uso razionale delle risorse naturali, si sono adoperate per la tutela dell'ambiente e delle destinazioni di vacanza”.

Ma i controlli effettuati dall’associazione hanno rilevato anche le criticità e quelle strutture che non hanno gli impegni assunti aderendo all’etichetta ecologica di Legambiente Turismo che ha così deciso il richiamo per 7 aziende che si sono “limitate a strappare la sufficienza” e ritirato l’etichetta a 6 strutture per “gravi inadempienze agli rispetto agli impegni concordati all'interno dei rispettivi progetti locali o hanno rifiutato il controllo annuale”.

 

maschera lavera 320

Salugea

Colesterolo alto: ridurlo in soli 3 mesi naturalmente

greenMe su Instagram

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
banner colloqui dobbiaco
sai cosa compri
seguici su facebook
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram