trekking_col_treno

Scoperta dei borghi antichi e delle bellezze del territorio bolognese. È questa la filosofia di Trekking col treno, un pacchetto di escursioni in nome del turismo lento, consapevole e sostenibile.

Da 26 anni ormai Trekking col treno, l’iniziativa organizzata dalla Città metropolitana di Bologna in collaborazione con il Cai, Trenitalia e Tper, rilancia il paesaggio dell’Appennino Tosco Emiliano, grazie a percorsi a piedi o in bicicletta e all’aria aperta. 

L'edizione 2017 inizia il 5 marzo e fino all’8 dicembre saranno oltre 60 le escursioni aperte a tutti che si svolgeranno anche a Modena, Ferrara e in alcune zone della Toscana.

“Nel paesaggio, sui sentieri, è scritta la storia dell’uomo: la nostra Storia. Trekking col Treno festeggia la sua 26a edizione nella convinzione che scoprire il territorio a piedi, lentamente, sia un modo per ascoltare questa Storia da vicino e imparare a comprenderla”, si legge sul sito.

trekking col treno

Per il primo appuntamento, quello del 5 marzo, basterà munirsi di scarponcini, giacca a vento, borraccia e zaino in spalla; i partecipanti faranno una camminata sul vecchio tracciato a binario unico della linea Bologna-Verona e saranno accompagnati da una guida storico-naturalistica lungo il percorso ferroviario. (clicca qui per partecipare).

trekking col treno5

In ogni escursione ci saranno borghi antichi, parchi naturali e luoghi della memoria, novità di questa edizione, sarà l’itinerario a tappe lungo la via dei Santuari che collega Bologna a Prato.

trekking col treno3

Lo scorso anno oltre 3mila persone avevano partecipato al Trekking col treno, tra le mete più gettonate (che verranno riproposte) ci sono la passeggiata Barbiana-Monte Sole (19-25 aprile), che in sette giorni conduce i camminatori lungo un percorso tra Toscana ed Emilia-Romagna e il trekking alla scoperta della “via lattea” attorno a Granarolo dell’Emilia (24 settembre).

Tutte le escursioni sono già online sul sito di Trekking col treno e le informazioni si trovano anche in lingua inglese. Ovviamente condizione essenziale, è quella di raggiungere i luoghi di ritrovo coi mezzi pubblici per poi inoltrarsi a piedi o in bicicletta, lungo i sentieri dei camminatori.

“La partecipazione è aperta a chiunque. Tutte le escursioni, se il terreno è bagnato, sono considerate di grado superiore a quello descritto come difficoltà”, si legge sul sito.

trekking col treno4

Trekking col treno, come partecipare

Come si legge sul sito, per i dettagli su ciascuna escursione rivolgersi alla sede del Cai di Bologna, via Stalingrado 105, Tel. 051 234856 (martedì ore 9-13, mercoledì, giovedì, venerdì, ore 16-19).

Nei tre giorni precedenti ciascuna escursione, al numero 331 9184640 risponde l’accompagnatore di turno (no SMS). Fanno eccezione i trekking in bicicletta, per i quali il numero di telefono è indicato nelle note di ciascuna escursione. 

trekking col treno6

Trekking col treno, quota di partecipazione

Per i soci Cai il contributo è di 2 euro, per il resto 5 euro. La quota non comprende le spese di trasporto. Ogni partecipante dovrà rispettare le norme di comportamento elencate nell’apposita sezione del sito e avere il giusto equipaggiamento ovvero pedule, zaino, giacca a vento e/o mantellina e borraccia, pena la non partecipazione. Per i ciclisti c’è l’obbligo di indossare il casco.

Scarica qui il libretto dell’edizione 2017 

Dominella Trunfio

Foto

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram