Perle delle Alpi: ecco i posti magici dove trascorrere il Natale

perle_delle_alpi

Con l’arrivo della prima neve i villaggi alpini si trasformano in piccoli presepi e allora quale migliore occasione, se non il periodo natalizio, per scoprire itinerari sostenibili?

Per rendere ancora più bello questo magico periodo dell’anno, Alpine Pearls che da anni porta avanti iniziative di turismo consapevole e mobilità dolce, propone una serie di escursioni.

Senza stress e in piena armonia con la natura, riscoprendo una vacanza senza auto, ci si può immergere in una serie di perle sparse tra Italia, Austria, Svizzera, Germania, Francia e Slovenia. 

Tra le Perle delle Alpi, c’è ad esempio Ceresole Reale, sul versante piemontese del Parco del Gran Paradiso, uno scrigno di tesori naturalistici, dove il 31 dicembre si celebrerà l'ultimo giorno dell'anno con una ciaspolata.  

LEGGI anche: IL GIRO DELLE ALPI IN 80 GIORNI: IL BELLISSIMO VIAGGIO SENZA AUTO E IN SOLITARIA DI GIAN LUCA GASCA

perle delle alpi1

Ancora Forni di Sopra, la perla della Carnia nel cuore del Parco delle Dolomiti Friulane, dove la Befana farà un ingresso trionfale in paese. Qui, ogni anno, centinaia di persone attendono che dalla cima del campanile scenda la befana con la gerla carica di doni per i più piccoli.

E ancora in Slovenia c’è Bled, la fiabesca cittadina dove le vie sono invase dal Villaggio festivo del lungolago, un pittoresco mercatino di Natale con concerti, balli, giochi, manifestazioni e rievocazioni, con una casella della posta di Babbo Natale sempre pronta a ricevere le letterine dei più piccoli.

Un Natale da favola è quello nelle Alpi Bavaresi di Berchtesgaden, un po’ più movimentato è quello di Werfenweng in Austria dove il 28 dicembre, vie e piazze sono invase dalla turba infernale dei Krampus.

LEGGI anche: ALPI: A PRALOGNAN-LA-VANOISE VACANZE SULLA NEVE IN UN IGLOO

perle delle alpi2

Durante questo antico rito catartico legato al culto di San Nicola di Bari, centinaia di montanari travestiti da creature mefistofeliche e surreali gettano scompiglio tra gli abitanti e i turisti dei villaggi alpini di area tedesca. Il 2 gennaio è il turno di Interlaken, la perla alpina svizzera tra i due laghi, che in occasione dell'annuale "Harder Potschete" ospiterà le inquietanti maschere degli spiriti della montagna.

Dominella Trunfio

Foto: Paolo Meitre Libertini