Donne in cammino: nasce la nuova rete per scoprire le bellezze nascoste d’Italia e d’Europa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Resilienza, passione, intraprendenza e determinazione. Sono caratteristiche delle donne che si sposano alla perfezione per condurci alla scoperta dei più suggestivi cammini d’Italia e d’Europa. Parola d’ordine: condividere il proprio amore per le bellezze naturali con chi ha voglia di scoprirle e rispettarle.

Nasce in Italia una nuova bellissima iniziativa, che vede come protagoniste delle volontarie, che metteranno a disposizione tempo, competenza e passione alla scoperta degli angoli più nascosti del nostro paese. Lanciata l’8 marzo scorso, è la Rete delle Donne in Cammino, un nuovo network che punta alla valorizzazione delle donne nel settore dei cammini, degli itinerari culturali, della mobilità dolce e del turismo lento.

Presentata a Milano nell’ambito della fiera Fa’ la cosa giusta!, la Rete Nazionale delle Donne in Cammino è un progetto completamente nuovo che spera di raggiungere un obiettivo importante:

“Mettere insieme le energie delle donne impegnate nel mondo dei Cammini e dell’ecologia, per offrire un punto di riferimento a tutte/i che vogliono scoprire cosa sia il camminare e si preoccupano di lasciare un mondo migliore alle future generazioni”.

Tra le protagoniste vi sono Ilaria Canali, Cristina Menghini, Sara Zanni, Samantha Cesaretti, Francesca Pucci, Daniela Bianchi, Sarah Marder, Rebecca Spitzmiller e Gaia Ferrari.

“Anche in questo campo, le donne sono fonte di ispirazione, esempi di resilienza, passione, intraprendenza e determinazione”, spiega la promotrice Ilaria Canali.

Ma il progetto non si propone solo come un network per la condivisione e la divulgazione di buone pratiche, ma anche come una sorta di alleanza di solidarietà, uno strumento utile a promuovere la partecipazione e la rappresentanza delle donne in tutte le realtà che direttamente o indirettamente si occupano dei cammini, dagli enti alle associazioni, dai parchi alla stampa.

Non importa quale cammino si percorra, sia la via Francigena o i cammini d’Europa, o ancora i boschi e le valli a ridosso delle città. Queste donne, col loro esempio e la loro esperienza, vogliono raccontare una porzione di mondo spesso sconosciuta, fuori dagli itinerari turistici di massa. Luoghi carichi di suggestione, tutti da scoprire passo dopo passo.

Non solo boschi e vie note. Anche nelle nostre città sono presenti luoghi dimenticati ma bellissimi. La Rete delle Donne in Cammino promette di aiutarci a scoprirli e ad apprezzarli.

“Sono già tantissimi gli appoggi e i sostegni che ci sono arrivati e vi ringraziamo per la grande partecipazione, entusiasmo e condivisione dei valori che vogliano portare avanti con il nostro progetto: inclusione, partecipazione, armonia, gentilezza, accoglienza, rispetto, coraggio, intraprendenza, sostenibilità, educazione” spiegano le ideatrici.

Per informazioni sui cammini e le iniziative, potete consultare la pagina Facebook Rete Nazionale Donne in Cammino o il gruppo Donne in Cammino.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

Foto cover

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook