La nuova rubrica di Matteo Viviani su GreenMe

Che ci fanno queste misteriose ampolle appese agli alberi di uno dei boschi più suggestivi d’Italia? #Blowinginthewoods

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Chi non ha mai desiderato trovare un messaggio in una bottiglia tra le onde del mare? Ebbene, adesso è possibile ma tra gli alberi frondosi di un bosco.

Blowing in the woods è il nome dell’iniziativa lanciata nel Parco naturale dei boschi di Carrega, a soli 15 km da Parma. In una dilettevole passeggiata tra querce secolari, castagni, faggi e ruscelli si troveranno come per magia delicate ampolle di vetro contenenti un messaggio segreto.

Una romantica caccia al tesoro all’insegna dell’ecosostenibilità: infatti ogni ampolla conserva una frase legata alla salvaguardia dell’ambiente. Una volta trovata la bottiglietta, si potrà aprire e leggere il messaggio. Chi vorrà potrà lasciare il segno del suo passaggio con una firma, avendo cura di riporre il bigliettino dentro l’ampolla.

Un percorso da fare anche in famiglia, per rinnovare il contatto con la natura anche con i più piccini.

Il bosco di Carrega, una meta ideale in autunno

Il bosco di Carrega si estende per circa 1.270 ettari tra il fiume Taro e il Torrente Baganza. È una meta ideale per ammirare il foliage autunnale. In questo periodo dell’anno, infatti, la sua flora si tinge di colori caldi rendendo le passeggiate piacevolmente romantiche.

Oltre agli alberi nostrani sarà possibile osservare cespugli di felce aquilina, il cedro del Libano e la sequoia americana.

Ma nel percorso ci si imbatterà anche in ruscelli e specchi d’acqua e magari in qualche grazioso animaletto. Il Parco, infatti, è l’habitat di moltissime specie selvatiche che lo popolano in armonia. Non sarà strano allora vedere saltellare scoiattoli, osservare un riccio in cerca di una dimora autunnale o una tartaruga palustre tipica della zona. Ma anche caprioli, tassi e moltissimi volatili come picchi, usignoli, pettirossi, gufi e civette.

Un pic nic nel bosco o un salto al museo

Si potrà anche pensare ad un pic nic nel bosco, visto che al Centro Visite del Casinetto e al Centro Levati vi sono zone attrezzate con panchine e tavoli e punti acqua.

Gli amanti della cultura e dei legnami invece potranno visitare il Museo Boschi e il Casinetto, antica dimora di Maria Luisa d’Austria. Questi centri ospitano elementi architettonici della natura che la prima moglie di Napoleone aveva custodito nella sua dimora.

Per ulteriori info: www.parchidelducato.it

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Ti potrebbero interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook