@stoonn/123rf

Siete alla ricerca del campeggio perfetto? Lo studio che rivela cosa ci fa scegliere la struttura migliore

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Quella del campeggio è una delle esperienze di viaggio più autentiche in assoluto, specialmente per chi ama il contatto con la natura e ha uno spirito avventuriero. Tuttavia, si può trasformare in un vero incubo se non si valutano bene alcuni fattori. Ma a cosa non vogliono rinunciare le persone che scelgono il campeggio per la propria vacanza? Come si pianifica un campeggio perfetto? A dare una riposta a tali quesiti ci pensa uno studio dell’Università del Montana, appena pubblicato sulla rivista Journal of Environmental Management. 

Leggi anche: C’è un campeggio in cui puoi dormire sospeso sugli alberi in una tenda a goccia

Per capire cosa spinge le persone a scegliere il campeggio più adatto alle loro esigenze, il ricercatore Will Rice (esperto in attività ricreative all’aperto e gestione delle aree selvagge) ha analizzato un database che include ben 179 campeggi estremamente popolari del Watchman Campground, nello Zion National Park dello Utah. I campeggiatori usano una piattaforma online per prenotare la loro vacanza, che prevede fasce di prezzo differenti in base ai servizi offerti. I ricercatori hanno scoperto che generalmente le persone prenotano con un anticipo che può va da 51 a 142 giorni. 

Prezzo e disponibilità dell’elettricità cruciali per pianificare un campeggio

Insieme alla collega Soyoung Park della Florida Atlantic University, Will Rice ha esaminato quasi 23.000 prenotazioni. I ricercatori hanno preso in considerazione le seguenti variabili: distanza dalla stazione di scarico più vicina, distanza dal bagno più vicino, dai cassonetti di spazzatura, dalla stazione di riciclaggio e dal rubinetto dell’acqua, numero di campeggi limitrofi entro un raggio di 40 metri, ombra, accesso al fiume Virgin e vicinanza rispetto alle pareti del canyon.

Dalla loro indagine è emerso che il prezzo e la disponibilità dell’elettricità sono i principali fattori che influenzano la domanda. Altri aspetti rilevanti per chi sceglie il campeggio come vacanza sono la vicinanza a un fiume e la facilità di accesso. Invece, elementi come come il panorama (ad esempio la vista delle pareti del canyon) o il numero delle persone accampate nelle immediate vicinanze sono considerati meno rilevanti. 

Leggi anche: 10 cose che non possono mancare in campeggio

Secondo Will Rice, questa nuova ricerca potrebbe aiutare i gestori dei parchi e delle aree da campeggio a prendere decisioni migliori sulla progettazione degli spazi e sulla pianificazione delle attività ricreative.

Dagli anni ’60, i gestori dei parchi in collaborazione con i ricercatori hanno cercato di capire in che modo le persone prendono le decisioni quando scelgono campeggi, sentieri o qualsiasi altra struttura ricreativa – spiega Rice – Queste informazioni sono vitali per la pianificazione delle attività, non solo per migliorare le esperienze dei visitatori, ma anche per garantire la protezione delle risorse ecologiche e un’equa ripartizione delle opportunità ricreative.

Fonte: Journal of Environmental Management

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Per la rivista Sicilia e Donna si è occupata principalmente di cultura e interviste. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook