Il borgo pugliese dove puoi fare 1 mese di vacanza gratis promuovendolo sui social. Come candidarsi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una vacanza gratis in un borgo pugliese? Se siete alla ricerca di un’estate alternativa, ma il vostro portafoglio piange, leggete questo curioso annuncio lanciato dal comune di Biccari.

Immersi nella natura, tra tradizioni enogastronomiche e tutta la bellezza di un borgo di meno di 3mila abitanti. Tutto rigorosamente gratis. Dal primo marzo ci si potrà candidare per trascorrere a Biccari il mese di agosto in cambio di qualche ora giornaliera di volontariato nel Parco Avventura della Daunia Avventura o di attività di sostegno nella Coop di Comunità.

L’iniziativa è stata lanciata dal comune per far conoscere questo bellissimo borgo sui monti Dauni in provincia di Foggia.

Requisiti e come candidarsi

Si potranno candidare tutti coloro che hanno un’età compresa tra i 18 e 45 anni: i due prescelti saranno ospitati gratuitamente in cambio di qualche ora quotidiana di volontariato e la promozione sui social delle bellezze del paese.

Ma non solo i due “cittadini temporanei di Biccari” potranno immergersi nella natura, gustare i prodotti tipici (come il tartufo nero) e perdersi tra le viuzze del centro storico o in escursioni con la comunità locale., testimoniando il tutto sui canali social.

Durante il mese gratuito di permanenza saranno proposte diverse attività in collaborazione con realtà locali, come divertenti laboratori enogastronomici, esperienze forestali, attività sportive e interessanti incontri culturali.

L’iniziativa promossa dal Comune, dalla Cooperativa di Comunità e da Daunia Avventura sarà online dal primo marzo 2019 cliccando qui e qui, dove potrete leggere tutte le informazioni per candidarvi.

Leggi anche:

Dominella Trunfio

Foto cover: © Ferruccio Cornicello

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook