Gaarawe’, l’eco-villaggio autocostruito in Thailandia cerca abitanti (FOTO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tutti noi abbiamo un sogno nel cassetto, ma non sempre abbiamo il coraggio e la forza di realizzarlo. Loro invece lo hanno fatto. E ci spingono a fare altrettanto, seguendoli. Sono Lele, Elena, Omar, Manu, Beppe ,Claudio , Antonio, Bruno. Un gruppo di ragazzi italiani che, forti di esperienze ecologiche e comunitarie, hanno dato vita a Gaarawe’, un eco-villaggio autocostruito in Thailandia.

Così il loro sogno di riunirsi a vivere insieme all’insegna dell‘auto-sostenibilita’ e dell’armonia con la natura è diventato realtà. E può essere anche per voi così! Il villaggio è sorto a 200 chilometri da Phuket tra due parchi nazionali accarezzato da un bellissimo fiume con piccoli isolotti e foresta vergine sull’altro versante. Ora hanno una loro comunità green, aperta a tutti.

Al suo interno qualche bella capanna di bambù e un grande gazebo con officina e servizi, un grande cinema sotto le stelle. L’eco-villaggio a vocazione turistica include attrazioni agresti ed organizzazione eventi nella natura tra parchi nazionali, fiumi cascate e foreste incantate, e tutto ciò che i futuri soci e abitanti saranno in grado di realizzare.

garawe5

garawe4

garawe9

“Il sogno di una comunità di esseri umani, in grado di convivere in simbiosi con la Natura, si è trasformato in realtà. Dopo un’estesa ricerca in tutta la Thailandia, abbiamo individuato le terre ideali per sviluppare questo progetto nella regione di Khao Sok (Phanga – Surat Thani). Una Comunità, aperta e tutta da inventare in un luogo ricco di risorse, che possa diventare di ispirazione per l’umanità”, ci raccontano i fondatori.

garawe8

garawe

garawe7

La realizzazione dell’eco-villaggio è autofinanziata e basata sull’economia dell’auto-sufficienza, con la permacultura come linea guida, sin dalle prime fasi di progettazione. Si tratta di un progetto pianificato, eco-sostenibile, economicamente autosufficiente. Anche tu hai sempre voluto cambiare vita? Il progetto tutto Italiano è aperto a potenziali sognatori, seriamente desiderosi di un’alternativa alimentare e di stile di vita.

Per chi desidera saperne di più, [email protected]

Roberta Ragni

Leggi anche:

La cabaña di bottiglie: come autocostruire un B&B con materiali di recupero (FOTO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook