Sembrano le Maldive ma questa splendida spiaggia si trova in Sicilia

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Siamo in provincia di Ragusa, una delle zone più belle e curate di tutta la Sicilia. Qui è possibile ammirare dal vivo Sampieri

Nel 2021 è stata la prima ad avere ricevuto la bandiera verde, promossa dai pediatri italiani per essere a misura di bambino, ma è un luogo da sogno dove l’acqua è cristallina, la sabbia è chiara e finissima e a ridosso c’è un piccolo centro abitato molto noto dagli amanti del Commissario Montalbano.

Siamo in provincia di Ragusa, una delle zone più belle e curate di tutta la Sicilia. Qui, è possibile ammirare dal vivo una vera bellezza: è Sampieri, spiaggia che ricade nel comune di Scicli. I fondali bassi per lunghi tratti, il colore unico delle acque ma anche una serie di bellezze architettoniche e culturali a pochi chilometri sono i fiori all’occhiello della zona.

Sampieri non è la spiaggia più ampia di tutta la costa ragusana. Ce ne sono molte altre, dalla riserva di Randello a Marina di Ragusa, fino alla spiaggia di Punta Secca resa celebra dalla serie del Commissario Montalbano. Ma Sampieri vanta acque da sogno, che non hanno nulla da invidiare a quelle di più blasonate località turistiche del mondo.

Essa vanta un tratto di costa sabbiosa lungo circa 3 km che parte Via Miramare in pieno centro storico e finisce a Punta Pisciotto, nei pressi della Fornace Penna. Quest’ultima domina tutta la costa di Sampieri. Costruita nel 1909 dall’ingegnere Ignazio Emmolo, qui si producevano laterizi che venivano esportati in tutto il mediterraneo.
Andata distrutta nel 1924 a causa di un incendio doloso, oggi è un’affascinante struttura architettonica sul mare, protetta dal vincolo di archeologia industriale e dal vincolo paesaggistico esteso a tutta la contrada Pisciotto.

Qui sono state girate alcune scene del Commissario Montalbano: era la Mannera.

LEGGI anche: La Sicilia di Montalbano: spiagge, cose da vedere e come arrivare

Scicli

@123rf/milacroft

A ridosso troviamo il suggestivo e omonimo borgo marinaro, una chicca da scoprire. A pochi km, è possibile ammirare anche Scicli, una perla del barocco siciliano, il cui centro storico è Patrimonio Unesco.

LEGGI anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook