Sabbia di quarzo, dopo 40 anni restituita al legittimo proprietario: la spiaggia di Is Arutas

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dopo 40 anni un uomo ha restituito la sabbia, tenuta dal padre in una bottiglia, alla spiaggia da dove proveniva. Un gesto simbolico a favore della natura.

Ecco il carrello smart per la spesa

Suo padre l’aveva conservata per anni in una bottiglia, la sabbia raccolta a Is Arutas, Comune di Cabras in Sardegna, sulla famosa spiaggia dei chicchi di riso, così chiamata per via dei granelli di quarzo che la caratterizzano, rendendola unica. E il figlio, Lorenzo Gurredda, ha deciso di riportarla nel suo luogo di origine, a ben 40 anni di distanza.

Un gesto simbolico che denota un cambiamento di mentalità. Perché se un tempo era abitudine appropriarsi delle meraviglie naturali per custodirle a casa propria, oggigiorno la tendenza è inversa, orientata al rispetto della natura.

Motivo per cui il gesto di Lorenzo è stato premiato dal Comune di Cabras con una targa che lo decreta “Guardiano di Sabbia”, nella speranza che altre persone restituiscano eventuali chicchi di quarzo “rubati” alla famosa spiaggia sarda.

A presenziare alla restituzione il sindaco Andrea Abis, l’assessore Enrico Giordano, il direttore dell’Area Marina Protetta Massimo Marras, che hanno dimostrato grande gratitudine nei confronti di Gurredda, felici di sostenerlo in questa “campagna” di sensibilizzazione affinché nessuno più si impossessi dei granelli di quarzo.

Un gesto importante nato da una nuova consapevolezza verso l’ambiente che ha spinto Gurredda a rinunciare a un ricordo di famiglia per rispetto del legittimo proprietario, vale a dire la spiaggia.

E noi ci uniamo all’appello, invitando tutti a rispettare non solo questa meravigliosa spiaggia ma tutti gli ambienti naturali.

Ti potrebbe interessare anche:

Laura De Rosa

Fonte e Photo Credit: Facebook

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018. Appassionata di viaggi, folklore, maschere tradizionali. Si occupa anche di tematiche ambientali, riciclo creativo e fai da te. Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo". Nel 2018 ha dato vita a Mirabilinto, labirinto di meraviglie illustrate.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook