Perché proprio quest’anno dovresti fare il Cammino di Santiago

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il Cammino di Santiago è un'esperienza davvero unica, quest’anno resa ancora più speciale dal fatto che si festeggia lo Xacobeo 2021.

Il Cammino di Santiago è il pellegrinaggio più antico e famoso d’Europa, un percorso immerso nella natura e nella storia, ma che molte persone scelgono di intraprendere anche come sfida personale o spinte da motivi spirituali. Un’esperienza davvero unica, quest’anno resa ancora più speciale dal fatto che si festeggia lo Xacobeo 2021.

Chi ama il turismo sostenibile non può non percorrere, almeno una volta nella vita, il Cammino di Santiago. Non si tratta in realtà di un sentiero unico ma di diversi itinerari, tutti accessibili a piedi, in bicicletta o a cavallo, da scegliere in base alle proprie esigenze e possibilità. Un percorso da gustare lentamente, finalizzato alla scoperta del territorio ma anche alla ricerca del senso e del valore del camminare che sia da soli, insieme alla propria famiglia, agli amici o ad altri pellegrini. L’obiettivo finale è di raggiungere, dopo diversi giorni, la Cattedrale di Santiago de Compostela in Galizia.

In tanti scelgono di percorrere a piedi solo gli ultimi 100 km, il minimo per poter ottenere la Compostela, l’attestato ufficiale del Cammino. Naturalmente, i più allenati o volenterosi potranno cimentarsi in una sfida più grande, partendo da ben più lontano. L’itinerario prescelto può essere individuato considerando il tempo che si ha a disposizione per il Cammino, il proprio allenamento fisico ma anche il percorso che si ha più interesse a scoprire.

Il Cammino maggiormente famoso e battuto, oltre che il più riconosciuto a livello internazionale, è quello francese ma ce ne sono davvero molti altri che, proprio perché meno “famosi”, sono la scelta ideale per chi è alla ricerca di maggiore tranquillità. Citiamo, tra gli altri, il Cammino Primitivo, il Cammino d’Inverno, il Cammino Inglese, il Cammino del Nord e il Cammino Portoghese

cammino di santiago

Comunque, indipendentemente dal percorso scelto, chi ha già fatto il Cammino di Santiago racconta di aver vissuto un’esperienza unica di turismo lento e green che, diversamente da altre tipologie di viaggio, consente di prendersi tutto il tempo necessario per scoprire le bellezze della natura, la storia, la gastronomia e le tradizioni della Galizia e delle altre zone che si attraversano. Un Cammino che permette anche di “arricchirsi” scambiando idee ed impressioni con persone che arrivano da ogni parte del mondo.

Per farvi un’idea delle meraviglie che vi attendono, potete dare un’occhiata al sito che racchiude il meglio del Cammino di Santiago, una selezione che comprende non solo natura, arte e gastronomia ma anche consigli di vario genere per far sì che questa esperienza sia davvero indimenticabile. 

Un’altra possibilità è quella di accedere ai contenuti del Centro Multimediale Interattivo di Piazza di Spagna a Roma che durante il 2021-2022 sarà dedicato proprio al Cammino di Santiago e che si presenta come la prima porta di entrata al Cammino in Italia. Grazie a questo strumento, si potranno “percorrere” le diverse tappe degli itinerari, selezionando tutte le risorse che si desiderano per preparare l’esperienza per tempo e in completa autonomia.

Anno Xacobeo 2021

cammino di santiago

Se è da tempo che avete in mente di percorrere il Cammino di Santiago, questo potrebbe essere l’anno giusto. Si festeggia infatti un anniversario speciale, lo Xacobeo 2021, ovvero l’Anno Santo Giacobeo.

La ricorrenza dello Xacobeo si celebra negli anni in cui il 25 luglio, la festa di San Giacomo, cade di domenica, un evento che si verifica in media ogni 5-6 anni ma che a volte capita dopo 11 anni.

L’Anno Santo Giacobeo fu istituito per la prima volta da Papa Callisto II nel 1126, in quell’occasione la massima autorità della Chiesa promise il perdono di tutti i peccati a chi si recava in pellegrinaggio alla tomba dell’apostolo Giacomo.

Si tratta di una ricorrenza rara e speciale in cui è possibile accedere all’interno della Cattedrale di Santiago de Compostela passando per la Porta Santa che, presente sul retro della basilica, si apre solo in occasione dell’Anno Xacobeo.

Generalmente la speciale celebrazione dura dal 31 dicembre dell’anno precedente a tutto l’anno successivo ma stavolta, in via del tutto eccezionale a causa della pandemia, l’Anno Xacobeo sarà celebrato sia nel 2021 che nel 2022.

Si tratta di un’opportunità eccezionale che, oltre alla bellezza e alla magia del Cammino in sé, sarà anche arricchita da una serie di eventi.  Quindi, se avete aspettato tanto e il vostro sogno è percorrere il Cammino di Santiago, sembra essere arrivato proprio il momento giusto per partire! Iniziate subito ad organizzare il vostro viaggio, pianificando l’itinerario e prenotando gli alloggi.

Leggi anche: 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Per suggerimenti, storie o comunicati puoi contattare la redazione all'indirizzo redazione@greenme.it

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook