Magnifica! Questa è l’onda più lunga del mondo ed è la prima protetta dalla legge

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il paradiso del surf si trova a Malabrigo, un paesino portuale peruviano che vanta di avere Chicama: l’onda sinistra più lunga del mondo. Vi raccontiamo la sua incredibile storia e di come Il Perù sia riuscito a proteggerla attraverso la legge

Ogni anno, tantissimi surfisti provenienti da tutto il mondo raggiungono le coste peruviane con il sogno di cavalcare le sue strepitose onde. Ma ce n’è una in particolare che è il sogno di molti: l’onda Chicama.

Cosa la rende così affascinante? Mentre in altre parti del mondo le onde si possono cavalcare per alcuni secondi, questa potrebbe durare anche quattro minuti. 240 secondi su due metri di altezza di pura euforia.

Sebbene sia nota come Chicama, in realtà quest’onda si trova a Malabrigo, una piccola cittadina portuale chiamata ufficiosamente anche Puerto Chicama, situata nel dipartimento de La Libertad, al nord del Perù. Con l’onda sinistra più lunga del mondo, nonché la prima protetta dalla legge, questo posto è diventato un tempio del surf.

La prima onda al mondo protetta dalla legge

©Surf House Chicama / Instagram

Dal 1991 con l’apertura agli investimenti stranieri, il Perù inizia a crescere economicamente, ma il suo sviluppo disordinato mise a rischio il patrimonio naturale del Paese. Così, nel 2000 – grazie alla mobilitazione di sportivi, attivisti e organizzazioni ambientali – il Paese sudamericano segnò una pietra miliare nella storia della salvaguardia delle spiagge: approvò la Legge n. 27280, meglio conosciuta come la “Ley de Rompientes”, il primo sistema legale di protezione delle onde al mondo.

Tuttavia, i regolamenti di questa legge furono approvati solo tredici anni dopo. Infatti, nonostante la sua esistenza, fino al 2015 non c’è stata una sola onda protetta nel Paese.

Ma, grazie alla campagna “Hazla por tu Ola”, (fallo per la tua onda) volta a proteggere questi preziosi spazi, informare la cittadinanza sul processo di protezione delle onde e promuovere delle raccolte di fondi, le cose cambiarono.

A febbraio del 2016, arriva la bella notizia: Chicama diventa la prima onda protetta dalla legge al mondo. Ma non è stata l’unica. Ora il Perù ha ben 33 onde protette. Nessuna attività, lavoro o progetto di costruzione che potrebbe danneggiare il corso delle onde, le sue aree adiacenti o la vita che ruota attorno ad esse può essere realizzato.

La leggenda dell’onda Chicama

Chicama: prima onda protetta dalla legge

©Wilson Flores / Surf House Chicama

C’era una volta l’onda eterna, così lunga da portare qualsiasi avventuriero che avesse il coraggio di percorrerla, fino alla fine della Terra. Ma la leggenda peruviana narra che quando gli abitanti della costa, dopo innumerevoli battaglie, cedettero al potere dell’impero Inca, scomparvero e il luogo in cui si trovava l’imponente onda sparì insieme a loro.

Per secoli la sua posizione rimase un mistero, persa nella notte dei tempi. Fu così fino al 1966 quando il surfista hawaiano Chuck Shipman, dopo una permanenza in Perù cavalcando le sue onde, osservò dal suo volo di ritorno a casa un’onda indistruttibile, lunghissima e perfetta che si estendeva a sinistra per diversi chilometri. Rimasse stupito. L’aveva vista, esisteva, ma non aveva altro che un vago punto di riferimento.

Quando Shipman arrivò alle Hawaii scrisse una lettera ai suoi amici surfisti peruviani dove raccontava con entusiasmo quello che aveva visto e li incoraggiava a partire il prima possibile alla ricerca di quell’onda leggendaria. Dov’era? Neanche lui lo sapeva bene, però aveva calcolato che si trovasse a circa 40 minuti di volo a nord di Lima e vicino a una città relativamente grande.

Con queste poche informazioni, le tavole da surf, due macchine – di cui una messa tanto male da rischiare di lasciarli per strada – e tanta voglia di avventura, il surfista peruviano Carlos Barreda accompagnato da altri cinque amici surfisti partirono alla ricerca dell’onda perfetta. Dopo tante giornate e innumerevoli peripezie, alla fine ci riuscirono. Con il cuore a mille erano finalmente davanti all’onda Chicama.

L’onda non finiva mai, al contrario accelerava diventando sempre più grande man mano che si avvicinava al paesino in cui ci trovavamo. Qualcosa del genere è stato quello che abbiamo visto, tra grida di euforia, il primo giorno in cui siamo arrivati ​​a Puerto Chicama”, racconta Barreda nel suo blog.

Surfiste, surfisti e amanti del mare, l’onda eterna esiste e si trova in Perù.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Comunicatrice sociale specializzata in giornalismo ambientale e terzo settore, un master in Comunicazione Ambientale e uno in Innovazione Sociale. In greenMe ha trovato il suo habitat ideale.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook