Valanga sulla vetta Ortles, due escursionisti morti nell’Alto Adige

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tragedia in Alto Adige: sulla parete Nord dell'Ortles, la cima più alta di Bolzano, due alpinisti tedeschi partiti al mattino del 27 aprile per scalare la montagna sono morti a causa di una valanga. Uno dei due era disperso e si sperava di poterlo soccorrere per tempo, ma invano

Ecco il carrello smart per la spesa

Sull’Ortles, vetta delle Alpi Retiche meridionali che con i suoi 3905 metri rappresenta la cima più alta del Trentino Alto Adige, la montagna è ancora protagonista di una tragedia. Due escursionisti tedeschi che si trovavano in vacanza con le proprie famiglie nel Parco nazionale dello Stelvio, in Südtirol, sono deceduti a seguito di una valanga sulla parete Nord dell’Ortles che erano intenti a scalare.

I due erano partiti alle prime luci del mattino di mercoledì 27 aprile per scalare la vetta, ma non essendo rientrati nel tardo pomeriggio nell’hotel in cui pernottavano, i familiari hanno avvisato le forze dell’ordine ed il soccorso alpino Bergrettung Südtirol Sulden che ha intrapreso le operazioni di ricerca, assieme all’Elisoccorso HELI dell’Alto Adige.

In prima serata era stato ritrovato il corpo senza vita di uno dei due a 2500 m di altitudine, mentre si sperava di poter mettere in salvo l’altro alpinista che al momento era disperso.

Le ricerche sono riprese questa mattina, dopo essersi fermate per il calare della notte, ma hanno potuto solamente recuperare anche il corpo del secondo escursionista che è stato identificato dai soccorritori non troppo distante da quello del suo compagno di cordata.

Fonte: Bergrettung Sulden/Facebook

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook