Budapest: 5 cose da fare e vedere oltre ai tradizionali mercatini per il Natale 2021

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nel periodo natalizio Budapest è un sogno ad occhi aperti. Ecco 5 posti ed esperienze imperdibili nella capitale ungherese

Nel periodo natalizio Budapest è un sogno ad occhi aperti e non soltanto per i caratteristici mercatini. Scopriamo quali sono i posti e le esperienze imperdibili se si visita questa splendida capitale europea

Budapest è una delle mete europee più gettonate degli ultimi anni. A renderla così attraente non sono solo le attrazioni turistiche ma anche i prezzi decisamente più accessibili rispetto ad altre capitali d’Europa. Inoltre, può essere visitata tranquillamente nel giro di 2/3 giorni, quindi è perfetta per chi vuole concedersi un fine settimana all’estero.

Ma quando conviene visitarla? Indubbiamente uno dei periodi migliori per ammirarla in tutto il suo splendore è quello natalizio, quando si riveste di luci, colori e tornano i tradizionali mercatini che ogni anno attirano migliaia di persone. Se state pensando di visitare la capitale dell’Ungheria in pochi giorni e non sapete quali sono le chicche da non perdere, ve le suggeriamo noi!

Leggi anche: Monaco di Baviera: 5 cose da fare e vedere al di là dei mercatini per il Natale 2021

I più bei mercatini di Natale

A partire da metà novembre a Budapest compaiono i primi mercatini e villaggi natalizi, che affascinano adulti e bambini. Il più celebre e antico della città è sicuramente quello che viene allestito a Piazza Vörösmarty tér, che si trasforma in un paese da fiaba pieno di casette di legno. Qui le luci sono davvero abbaglianti ed è impossibile resistere alla tentazione dei profumi delle specialità ungheresi come i kürtőskalács, spolverati di zucchero e cannella. 

Date apertura 2021: 19 novembre-31 dicembre (dalle 10.00 alle 21.00)

Un altro suggestivo mercatino di Natale è quello che anima la piazza della Basilica di Santo Stefano, che nonostante le sue dimensioni più ridotte attira ogni anno migliaia di curiosi. A rendere ancor più magico questo mercatino è la presenza di una pista di pattinaggio sul ghiaccio e le spettacolari proiezioni luminose sulla facciata della chiesa. In questo mercatino potrete trovare anche una selezione ricercata di enogastronomia locale.

Date apertura 2021: 19 novembre-31 dicembre (lunedì-giovedì: 10.00-20.00; venerdì, sabato, domenica: 10.00-22.00)

Relax alle terme

Una tappa imperdibile per chi visita Budapest sono le terme. In questa città c’è davvero l’imbarazzo della scelta, anche se il più noto è il bagno Széchenyi, uno degli stabilimenti storici della capitale ungherese nonché uno dei più grandi di tutta Europa con ben 5 piscine e 12 bagni termali. Le temperature delle piscine all’aperto variano dai 26 ai 28 gradi, mentre quelle termali si aggirano intorno ai 38 gradi.

Solitamente le terme sono aperte anche nei giorni festivi, quindi sono la meta perfetta per festeggiare il Natale o il Capodanno in maniera alternativa e all’insegna del relax!

https://www.instagram.com/p/CWWTKYUqrnG/

Alla scoperta dei Ruin Pub

Agli appassionati dei luoghi insoliti e “underground” consigliamo di visitare i cosiddetti Ruin pub, locali ricavati in edifici in rovina ma dal fascino unico e pieni di piccole opere d’arte di riciclo creativo. Sono più di una decina quelli sparsi per Budapest, dove sorseggiare vini del posto e liquori.

Uno dei più antichi è Szimpla Kert e si trova nel quartiere ebraico. 

 

Pattinaggio sul ghiaccio

Se amate pattinare sul ghiaccio, a Budapest siete nel posto giusto. Per un’esperienza indimenticabile recatevi al parco Városliget, dove troverete una delle piste di pattinaggio sul ghiaccio più grandi e antiche di tutta Europa, accessibile a partire dal 19 novembre. Recentemente è stata rinnovata e anche se non avete intenzione di indossare i pattini, merita sicuramente una visita! 

Spettacoli al Teatro dell’Opera 

Budapest è anche la meta ideale per gli appassionati di spettacoli teatrali. Nel periodo natalizio al Teatro dell’Opera della città, inaugurato circa 130 anni fa, vengono proposti spettacoli tradizionali come “Il flauto magico”, “Tosca” e “Lo Schiaccianoci”. Ma anche se non avete intenzione di assistere a qualche opera, vi consigliamo di visitare l’elegantissima struttura, che rappresenta uno dei più importanti esempi di architettura neorinascimentale. È un sogno ad occhi aperti! 

 

Seguici su Telegram Instagram Facebook TikTok Youtube

 

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook