Sparato disinfettante con candeggina su una spiaggia a Cadice: rischi ambientali per il litorale dove nidificano i frattini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

A Zahara de los Atunes utilizzato disinfettante con candeggina sulla spiaggia: ora si temono conseguenze ambientali per l'area, dove nidificano i frattini.

Mille litri di acqua con una soluzione di candeggina al 2%: è questo il “disinfettante” che è stato sparato lo scorso sabato su circa 2 chilometri di spiaggia a Zahara de los Atunes, in Andalusia.

L’intenzione di Agustín Conejo, Presidente di questa comunità autonoma, era quella di disinfettare la zona in vista dell’arrivo di numerose famiglie e bambini. Evidentemente non aveva considerato bene le possibili conseguenze a livello ambientale. Adesso la Delegazione Provinciale per lo Sviluppo Sostenibile della Junta de Andalucía sta valutando di procedere con una sanzione per punire quest’azione, di cui lo stesso Canejo è pronto ad assumersi la responsabilità.

“Mi rendo che è stato un errore, è stato fatto con le migliori intenzioni”

ha ammesso Agustín Conejo, specificando che la decisione è stata presa dall’entità autonoma in collaborazione con l’associazione locale di commercianti (Acoza). Per la “bonifica” è stato utilizzato il disinfettante rimasto nei serbatoi dei trattori che erano già passati per pulire le strade della cittadina che conta circa 1.300 residenti e fino ad oggi non ha registrato nessun caso di contagio da coronavirus.

“È un’aberrazione ambientale”:

ha detto senza mezzi termini Daniel Sánchez Román, delegato allo Sviluppo sostenibile della Giunta di Cadice, in riferimento a ciò che è accaduto a Zahara de los Atunes.

@Puertonauta/Instagram

Adesso si temono ripercussioni negative per la fauna locale, soprattutto per gli uccelli. La meravigliosa spiaggia andalusa è nota per la presenza di fratini euroasiatici (il cui termine scientifico è “charadrius alexandrinus”), che nidificano in quel tratto di costa.

Questo uccello è classificato come “in pericolo” dalla Lista Rossa della Iucn e rientra tra le specie protette a livello internazionale e la sua presenza rappresenta un indice di buono stato di conservazione dell’ecosistema dunale.

“È un’area molto delicata in cui il fratino si riproduce ogni anno”

spiega Sánchez. Ora l’amministrazione andalusa dovrà analizzare la spiaggia per capire se le tracce dei trattori e la soluzione a base di candeggina hanno avuto un impatto negativo su questi volatili e sul loro habitat.

Fonte: El Pais 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Per suggerimenti, storie o comunicati puoi contattare la redazione all'indirizzo redazione@greenme.it

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook