Usi TikTok? Non hai idea di quanto tu stia inquinando

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Sapevi che anche l'uso dei social è fonte di inquinamento? In cima alla classifica di quelli che hanno un pesante impatto ambientale c'è TikTok

Ecco il carrello smart per la spesa

Potrebbe sembrare un’assurdità a primo impatto, ma anche l’uso dei social contribuisce alla crisi climatica. Postare e guardare foto e video su piattaforme come Facebook e Instagram non è affatto azione climaticamente neutra. E uno dei social più inquinanti in assoluto è TikTok, quello che sta spopolando maggiormente tra gli adolescenti di tutto il mondo. La conferma del suo impatto ambientale deleterio arriva da una nuova ricerca condotta dalla società britannica Compare the Market, che ha confrontato diverse piattaforme online per capire quale di queste è responsabile di un livello maggiore di emissioni di CO2.

L’inaspettato impatto ambientale di TikTok

Ma quanto influisce l’uso di TikTok sul clima? Tanto, più di quanto sospettato. Dallo studio portato avanti dalla società inglese, sulla base dei dati forniti da Greenspector, è emerso che la popolare app di videosharing è quella che si distingue per la maggiore impronta di carbonio. Per ogni minuto trascorso a scrollare i filmati vengono emessi, infatti, 2,63 grammi di carbonio. Quindi se trascorressimo anche soltanto 5 minuti a guardare video su TikTok produrremmo 13 grammi di CO2 al giorno e 4,8 chili all’anno.

Leggi anche: Quanto inquina una videochiamata? Trucchi per ridurre l’impatto del web ai tempi del Covid

Nessun social è davvero climaticamente neutro

Naturalmente TikTok non è l’unico social che va ad aggravare la crisi climatica. Anche gli altri, come Instagram, Facebook e Twitter hanno un’impronta di carbonio non indifferente. Per quanto riguarda il primo sono 5 i grammi di CO2 prodotta utilizzandolo per 5 minuti al giorno, mentre per Facebook scendo a 4 i grammi di CO2 prodotti usando il social per 5 minuti. Non va molto meglio per Twitter: per 5 minuti di utilizzo della piattaforma vengono emessi 3 grammi di CO2.

Ecco la classifica relativa all’impatto ambientale dei social più utilizzati:

impatto ambientale social

@Greenspector

Gli effetti deleteri sul clima provocati dall’uso dei social e del Web in generale sono stati oggetto di numerosi studi negli ultimi anni. Secondo le stime di qualche anno fa del Global Carbon Project, se internet fosse un Paese sarebbe il quarto più inquinante dopo Cina, Stati Uniti e India. Qualche mese fa anche il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani era intervenuto sull’argomento nel corso di un incontro con gli studenti dei licei, invitando i giovani alla “sobrietà digitale”.

Quando mandate inutili fotografie pensate al costo ambientale che hanno – aveva commentato, rivolgendosi a migliaia di ragazze e ragazzi – Nessuno discute l’importanza di Internet. Come tutte le tecnologie se però è utilizzato senza sobrietà è deleterio.

Insomma… Internet è uno strumento utilissimo, ma dovremmo evitare di esagerare per fare un regalo al Pianeta, ma anche a noi stessi, visto che potremmo trascorrere in maniera più costruttiva il tempo che perdiamo sui social.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonti: Greenspector/Compare the Market 

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook