Quanto tempo posso conservare il riso cotto? Neanche un’ora senza questi 5 accorgimenti fondamentali

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se non conservato correttamente, il riso riscaldato può causare intossicazioni alimentari. Scopriamo quali sono i 5 suggerimenti per riuscire ad evitarlo.

Ecco il carrello smart per la spesa

Ci capita spesso di cucinare più riso di quello che effettivamente andremo poi a mangiare, per questo ci siamo abituati a conservarlo per riutilizzarlo successivamente per altre ricette. Tuttavia, bisogna prestare molta attenzione nel modo in cui lo conserviamo, poiché secondo il National Health Service britannico il riso riscaldato che non viene conservato in maniera corretta potrebbe causare intossicazioni alimentari(Leggi anche: Questa contaminazione è tra le principali cause di intossicazione alimentare a cui in pochi fanno attenzione)

Come riuscire allora ad evitare sprechi e a servire il riso in sicurezza?

Come abbiamo detto, con il riso riscaldato si corre il rischio di intossicazione alimentare, il problema però non è il processo di riscaldamento, ma il modo in cui il riso viene conservato prima di venire di nuovo cotto. Per il National Health Service non dovrebbe rimanere a riposare per più di un’ora fuori dal frigorifero.

Il riso crudo può infatti contenere spore dei batteri Bacillus cereus, causa di intossicazione alimentare. Le spore possono sopravvivere anche una volta che il riso viene cotto. Quando il riso avanzato viene lasciato a temperatura ambiente, le spore diventano batteri e tossine che potrebbero causare vomito e diarrea. Questi sintomi possono durare per 24 ore, a partire da un’ora dopo il consumo dell’alimento e fino a 5 ore.

Quindi, i 5 accorgimenti che devi seguire quando cucini il riso per evitare rischi (e sprechi di cibo) sono:

  1. Servi il riso non appena è stato cotto.
  2. Se ciò non è possibile, raffredda il riso prontamente (entro 1 ora).
  3. Non conservare il riso in frigorifero per più di 1 giorno.
  4. Il riso avanzato deve essere ben cotto quando riscaldato.
  5. Non riscaldare il riso per più di una volta.

Cerca di prestare molta attenzione, così da evitare inutili sprechi di cibo, ma soprattutto compromettere la salute.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: National Health Service

Sul riso potrebbero interessarti anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureando di Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa all'Università La Sapienza, appassionato del web e delle dinamiche del mondo digitale.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook