Centinaia di litri di latte non scaduto buttati in un cassonetto a Roma (e sono ancora là dopo 8 giorni)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Centinaia di confezioni di latte non scaduto a marchio Centrale del Latte di Roma sono state gettate via in un comune cassonetto. E ancora oggi, dopo più di una settimana, rimangono lì a stazionare, generando cattivi odori e attirando animali

Quanto accaduto a Roma in questi giorni ha dell’incredibile e fa davvero indignare. Centinaia di litri di latte (non scaduto) sono stati buttati in un cassonetto per la raccolta della plastica in Via Casilina.

La vicenda è stata resa nota e segnalata alle autorità da Alessandro Moriconi, attivista e giornalista locale del V municipio, che ha realizzato anche un video specificando alcuni particolari importanti della vicenda.

Il 7 maggio, intorno alle 14:30, un camion della Centrale del Latte di Roma avrebbe scaricato in un cassonetto della plastica in Via Casilina, all’altezza del civico 704, centinaia di litri di latte, sia intero che parzialmente scremato.

Uno scarico insolito che si pensava riguardasse quantomeno del latte scaduto ma non era così: il latte scadeva il 13 maggio, dunque vi era abbondante tempo per consumarlo e, se proprio non si sapeva a chi venderlo, si poteva quantomeno donare ad una delle tante associazioni che in zona aiutano le famiglie in difficoltà e che certamente avrebbe trovato il modo di utilizzarlo al meglio.

E invece, si è verificato un gravissimo spreco alimentare, di cui non si conoscono i reali motivi. Viene il dubbio che il latte potesse essere per qualche motivo inutilizzabile ma, nel caso, sarebbe questo il modo corretto di smaltirlo? Lasciarlo marcire per giorni in un cassonetto al sole?

A fare chiarezza –  si spera – ci penserà un’indagine del V municipio, informato immediatamente dell’accaduto.

Ma non è ancora tutto!

Dal 7 maggio ad oggi, il latte è ancora lì nello stesso cassonetto, come ha fatto presente sempre Alessandro Moriconi in un post su Facebook pubblicato oggi.

Purtroppo, chi come noi abita a Roma, sa quanto i disservizi per la raccolta differenziata siano all’ordine del giorno ma che, nonostante le segnalazioni e il gran caldo di questi giorni, nessuno si sia degnato di andare a togliere da lì centinaia di litri di latte che stanno marcendo è davvero scandaloso e indegno di una città che è (o dovrebbe essere) una capitale europea.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Alessandro Moriconi

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook