La cantante Elodie ha aiutato 8 cuccioli di cane abbandonati a trovare una casa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La cantante romana ha risposto all'invito di ENPA e ha posato per qualche scatto insieme ai cuccioli, che sono stati tutti adottati

La cantante romana ha risposto all’invito di ENPA e ha posato per qualche scatto insieme ai cuccioli, che sono stati tutti adottati

È bastata una fotografia per trovare una casa ad otto cuccioli meticci abbandonati, ma con una star d’eccezione: la cantante Elodie. I cuccioli erano stati lasciati, lo scorso ottobre, dentro una scatola di cartone davanti ad un rifugio ENPA ad Ascoli Satriano in provincia di Foggia. La loro mamma, un cane ribattezzato Lola, vagava sola per strada alla ricerca dei piccoli che avevano solo venti giorni e necessitavano di moltissime cure, visto che versavano in un grave stato di denutrizione.

I volontari del canile ENPA li hanno ricongiunti alla madre (come dimostra un commovente video diffuso sul profilo dell’ente, in cui si vede Lola che allatta i piccoli) e si sono amorevolmente presi cura di loro, abituandoli alla convivenza con gli umani e rendendoli pronti per l’adozione. Ma c’era bisogno di una campagna mediatica forte che spingesse le persone ad accogliere nella propria famiglia uno di questi batuffoli.

E qui che entra in scena Elodie: la cantante nelle scorse settimane si è trovata nella zona per girare alcune scene del film “Ti mangio il Cuore” e ha accettato ben volentieri di posare insieme agli otto cuccioli per uno scatto che è stato diffuso sulla pagina Instagram di ENPA e che è divenuto presto virale. La foto ha sortito il suo effetto: in pochissimi giorni l’ente ha ricevuto centinaia di messaggi e richieste di adozione da tutta Italia e anche dall’estero.

Ora tutti i cuccioli hanno trovato una casa e una famiglia pronta ad accoglierli e prendersene cura: Mia a Roma con Diego e Benedetta; Asia ad Ascoli Satriano con Ivana ed Enzo; Nikita ad Ascoli Satriano con Patrizia; Fulmen in provincia di Milano con Mara; Rocky a Milano con Maria e Giovanni; Epta a Monaco di Baviera con Gabriela (attraverso un’adozione internazionale verificata); Stella in provincia di Foggia; Tessa in provincia di Lecco con Sara.

Iniziata nel peggiore dei modi con un gesto, l’abbandono, che purtroppo è ancora quotidianità in troppe parti d’Italia questa è una storia a lieto fine grazie all’impegno delle tante persone che credono e vivono nel rispetto per gli animali, tutelandoli e amandoli attraverso azioni concrete – ha affermato Carla Rocchi, Presidente Nazionale ENPA. –  Ringrazio quindi le volontarie dell’ENPA di Ascoli Satriano che non si sono arrese e sono riuscite a trovare mamma Lola, garantendo ai piccoli il migliore degli svezzamenti. Ringrazio le persone che non si sono voltate dall’altra parte e hanno contribuito a raccogliere informazioni. E ringrazio Elodie, che con la sua sensibilità e con la sua generosità ha permesso a questa storia e, dunque a questi cuccioli, di arrivare più rapidamente ai cuori delle famiglie che hanno deciso di adottarli.

Fonte: ENPA

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook