Apple, ricarica fotovoltaica in arrivo per iPhone e iPad?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Ricaricare un iPad, un iPhone o un MacBook con un caricabatterie fotovoltaico? A breve potrebbe diventare realtà grazie a un recente brevetto registrato in America da Apple.

Smartphone, tablet e pc portatili sono sempre più potenti, sempre più connessi alla rete e hanno schermi sempre più luminosi. E, per tutti questi motivi, hanno bisogno di batterie sempre più capienti. Oppure di nuovi metodi di ricarica, che permettano di fare il pieno alle batterie “on-the-go” anche quando non si ha a disposizione una presa elettrica.

Apple sta lavorando anche a questa seconda ipotesi: proprio oggi l’azienda di Cupertino ha ottenuto un brevetto, richiesto ad agosto 2012, che riguarda “Sistemi di gestione elettrica per un sistema di alimentazione con energia solare nei dispositivi elettronici”.

Attenzione: Apple non ha chiesto un brevetto per un pannello fotovoltaico o roba del genere. Al contrario ha chiesto e ottenuto un brevetto che riguarda “come integrare il fotovoltaico nei suoi dispositivi. Si sa che i costosissimi gingilli della mela morsicata hanno connettori proprietari per la ricarica, totalmente fuori dagli standard normali accettati dai dispositivi del resto del mondo dell’elettronica.

Scordatevi di ricaricare un iPhone 5 con un comunissimo cavetto USB da 3 euro: ci vuole il connettore Lightning originale da 19 dollari (per 50 cm di lunghezza, se volete quello da 2 metri dovete spendere 29 dollari). Figuratevi se potete collegare facilmente un pannello fotovoltaico a un dispositivo Apple: ci vuole qualcosa di proprietario protetto da un brevetto.

apple fotovoltaico

Ecco, questo brevetto è arrivato. Quindi a breve Apple potrebbe realmente immettere sul mercato qualche dispositivo di ricarica a energia solare. Il brevetto, infatti, copre tutte le varie possibilità di alimentazione dei device: solo fotovoltaico, fotovoltaico e corrente di rete, vari voltaggi del pannello solare.

A dirla tutta, visto che il fotovoltaico ha un output elettrico a corrente continua, non è che ci volesse molto a integrarlo in un cellulare, tablet o notebook che vanno proprio a corrente continua. Bastava decidere un voltaggio, inserire uno stabilizzatore e convertitore di corrente continua nel dispositivo e il gioco era fatto.

Ma questo vale per i dispositivi normali, non per quelli Apple: in futuro, se vorrete utilizzare un pannello fotovoltaico per ricaricare il vostro iPhone, potrete farlo a patto di utilizzare un caricabatteria fotovoltaico rigorosamente Apple. Niente di nuovo sotto il sole, ma sempre meglio di far andare i device a idrogeno

Peppe Croce

LEGGI anche:

I nuovi dispositivi Apple andranno a idrogeno?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Direttore responsabile ed editoriale di greenMe. Ha una laurea in Scienze della comunicazione e un'esperienza pluriennale negli uffici stampa. In greenMe ha trovato il modo di dare sfogo alla sua "natura" più vera.
TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook