La truffa delle email di Enel contentente finte bollette. Non apritela

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È arrivata anche a voi una strana mail da parte di Enel? Attenzione, si tratta di una truffa. A lanciare l’allarme è stata la stessa società che ha confermato che in questi giorni sta circolando un insolito messaggio da un indirizzo mail solo apparentemente riferito a una società del gruppo.

Ma non ha nulla a che vedere con l’energia. Aprendo il link presente nel messaggio, infine, si finisce in una trappola informatica: l’utente viene invitato a scaricare una finta bolletta che in realtà contiene un virus molto potente che blocca il contenuto del PC.

Perché bloccare il PC? Semplice. In cambio dello “sblocco” e la decifratura dei dati viene chiesto un riscatto alla vittima dell’attacco.

“Questa e-mail non è stata inviata né da società del Gruppo Enel né da società da essa incaricate. Si tratta di un tentativo di raggiro simile a quelli più volte denunciati da altre aziende e istituti finanziari” precisa Enel.

emailtruffa

Foto: Adnkronos

Che fare se abbiamo ricevuto l’e-mail? Prima di tutto non bisogna aprire il link. Successivamente, è possibile segnalare a Enel eventuali e-mail sospette. È possibile farlo sia tramite i negozi Enel presenti sul territorio che tramite i numeri verdi 800 900 800 per Enel Servizio Elettrico e 800 900 860 per Enel Energia.

Precisa la società che le procedure inviate da Enel non prevedono “in alcun caso la richiesta di fornire o verificare dati bancari e/o codici personali attraverso link esterni”.

Nel dubbio, non aprite link che vi sembrano sospetti.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Bollette 2.0: più semplici da leggere da settembre 2015

Tariffe elettriche: come cambieranno le bollette nel 2018 con la riforma?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook