Scusate, millennials, ma l’emoji 😂 è poco cool e non si usa più

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Non c’è storia raga, l’emoticon che ride fino alle lacrime (😂) non si usa più. Adeguatevi, è poco cool e la usano i Matusa (si usa ancora dire Matusa?). Proprio così, almeno stando al linguaggio dei millennians. No pardon, della Gen Z. Che è molto molto più recente. Praticamente nati ieri.

Dicevamo: pare che nelle ultime settimane, due generazioni esperte di Internet si siano scontrate a suon di video e di commenti su TikTok su quei tratti distintivi della cultura del nuovo millennio che ora sono ritenuti poco cool dalla Gen Z, che avrebbe da ridere anche sui jeans skinny (verdetto Gen Z: “dategli fuoco”) e sui capelli buttati solo da un lato.

Ma la bocciatura più dolorosa di tutte per me, che da poco avevo lasciato le faccine fatte con la punteggiatura sul Nokia 3310 : (  è quella della popolare emoji che ride piangendo.

emoji risata

©Light And Dark Studio/Shutterstock

Un no secco si solleva dalle bande di ragazzuoli che popolano i social.

Cosa c’è di sbagliato nell’emoji che ride?“, ha chiesto un utente in un commento di TikTok secondo quanto riporta la CNN. Uno ha risposto che è “è praticamente off“, è fuori, è spento, è al di là ogni uso consentito dalla moda del momento. Scherzi?

E un altro, appena 21 enne, afferma: “Uso tutto tranne l’emoji che ride. Ho smesso di usarlo un po’ di tempo fa perché ho visto persone anziane usarlo, come mia madre, i miei fratelli maggiori e solo le persone anziane in generale“.

Il fatto è serio, insomma, uno scontro generazionale dell’ultim’ora.

Cosa sostituisce allora 😂 ?

Beh, chi vuole seguire il passo delle nuove generazioni e vuole esprimere il fatto che si sta scompisciando dalle risate deve usare questo: 💀.

Semplice: per molti Gen Z-ers l’emoji 💀 è la versione visiva della frase gergale “sono morto” o “sto morendo“, che indica qualcosa è molto divertente. Lugubre, ma non fa una piega.

Altra alternativa accettabile è l’emoji 😭, ufficialmente chiamato “Loudly Crying Face”.

Insomma, se stai sganasciando dal ridere devi essere il più serio possibile. Raga connessi? Tutto chiaro?

QUI scovate una carrellata di emoji ai tempi del coronavirus.

Fonte: CNN

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

Speciale Fukushima 10 anni

11 marzo 2011. 10 anni fa il terribile disastro di Fukushima, una lezione che non deve essere dimenticata

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook