Jumo: dal co-fondatore di Facebook, il social network “etico” per le ONG e il sociale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se Facebook è nato per ritrovare i vecchi compagni di scuola e gli amici d’infanzia persi di vista, oggi arriva Jumo, il nuovo social network lanciato proprio dal co-fondatore di Facebook, che aggrega le persone in base agli interessi sociali, cercando di sensibilizzare gli utenti verso opere umanitarie e principi etici.

Jumo si presenta come una grande piazza virtuale dove condividere interessi, passioni, abitudini, ma anche informazioni e conoscenze utili a risolvere piccoli problemi quotidiani e grandi emergenze umanitarie. Diritti delle donne, degli animali, AIDS, senza tetto, questi solo alcuni dei temi intorno al quale ruota la nuova comunità virtuale che aggrega persone, associazioni e ONG.

Jumo ha già raccolto oltre 3.500 organizzazioni non governative e gli utenti più sensibili ai problemi dei più deboli possono specificare i loro interessi e i motivi che li spingono ad iscriversi ad una rete virtuale che predilige l’etica e l’ecosostenibilità.

Facciamo un esempio di come funziona Jumo
Nel caso di catastrofi naturali ed emergenze umanitarie, invece di chiedere offerte e donazioni, il fondatore Chris Hughes vuole costruire dei canali e flussi di informazioni che consentano di mettere in contatto le persone e scambiarsi dati utili per fidelizzare i visitatori e spingerli ad agire.
Un modo insomma per creare delle comunità nella comunità e solidarizzare con chi è meno fortunato. Ma anche uno strumento per trovare nuovi volontari e controllare in modo trasparente il percorso delle donazioni degli utenti.

La nostra vera missione – hanno detto dalla direzione di Jumo – è quella di aiutare per quanto possibile gli utenti a cercare queste organizzazioni, creando un legame permanente“.

Attualmente , Jumo fa ancora parte di Facebook e per iscriversi bisogna avere un account Facebook, ma il suo fondatore pensa di andare oltre…

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook