James Naismith, l’insegnante di educazione fisica che ha inventato il basket

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il suo nome forse a molti non suggerisce nulla ma per gli amanti del basket è una celebrità. Si chiama James Naismith e a lui si deve la creazione della pallacanestro circa 150 anni fa. Oggi Google gli ha dedicato un doodle, proprio nel giorno in cui ha reso note le regole del gioco che aveva inventato.

Fin da ragazzo aveva mostrato grande passione e interesse per lo sport e l’attivià fisica. Interesse che lo avrebbe portato al college alla McGill University, dove ha conseguito una laurea in educazione fisica nel 1888 e dove ha anche iniziato la sua carriera come insegnante di educazione fisica.

Il doodle di oggi celebra l’educatore, il professore, ma anche medico e allenatore che nel 1891 diede vita a quello che ancora oggi è uno degli sport di squadra più celebri e amati del mondo. Naismith ha annunciato il gioco e le sue regole originali nelle pagine di “The Triangle”, il  giornale scolastico dello Springfield College. Dalle sue umili origini in una palestra scolastica, lo sport è cresciuto fino a diventare uo sport internazionale giocato in oltre 200 paesi oggi.

James Naismith è nato il 6 novembre 1861, vicino alla città di Almonte in Ontario, Canada. Ha conseguito una laurea in educazione fisica presso la McGill University e nel 1890 ha iniziatgo a lavorare come istruttore presso l’YMCA International Training College di Springfield, nel Massachusetts. Qui, è stato incaricato di sviluppare un gioco al coperto che potesse occupare gli studenti durante gli spietati e freddi inverni del New England. Con due cestini di pesche, un pallone da calcio e solo dieci regole, è nato il gioco del “basket ball”.

Introdotto nella classe di Naismith il 21 dicembre 1891, il gioco inizialmente prevedeva squadre di nove giocatori e combinava altri sport all’aria aperta come il football americano, il calcio e l’hockey su prato. Nonostante lo scetticismo iniziale, il basket guadagnò sempre più popolarità negli anni successivi e nel 1936 fece il suo debutto olimpico a Berlino, in Germania. Quel giorno proprio James Naismith lanciò la palla che diede inizio al match.

nashville doodle

Doodle Google

“Naismith immaginava il basket come un modo per tutti gli studenti di migliorare se stessi fisicamente e mentalmente. Lo sport è stato introdotto in un’epoca in cui le scuole erano segregate, ma in tutti Naismith  un potenziale per il gioco. Nella sua vita, ha intrapreso misure per aiutare il basket a raggiungere più giovani e da allora si è evoluto in un fenomeno globale che supera le barriere razziali e di genere” spiega Google..

Nel 1959, a Springfield, nel Massachusetts venne costruita un’opera che ancora oggi porta il suo nome, la Naismith Basketball Hall of Fame, una vera e propria mecca della storia del basket.

Un uomo che, partendo dal basso, è riuscito a inventare uno degli sport più amati.

Fonti di riferimento: Doodle Google

LEGGI anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
eBay

I migliori accessori da avere se usi il monopattino elettrico

Speciale EarthDay

Earthday EveryDay

eBay

Bricolage: le migliori soluzioni per organizzare al meglio i tuoi attrezzi da lavoro

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook