Earth Day 2014: tutti gli animali del doodle di Google per la Giornata della Terra

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Colibrì, pesce palle e camaleonte. Sono solo alcuni degli animali apparsi questa mattina su Google. Il motore di ricerca, come ogni anno ormai, ha dedicato un doodle all’Earth Day.

La Giornata Mondiale della Terra, ogni anno, viene celebrata in tutto il mondo per ricordare che il nostro pianeta è unico e va tutelato, insieme ai suoi abitanti. Forse un modo per sottolineare che la biodiversità è a rischio, quello di Google. Non a caso, gli animali scelti per il suo doodle 2014 sono a rischio, anche se l’obiettivo del doodle probabilmente è quello di diffondere la conoscenza di queste creature. È possibile infatti condividere sui social i doodle.

Si comincia dal colibrì rosso, considerato il più piccolo uccello del mondo. Tale creatura pesa dai 2,5 e 6,5 g ed è lunga circa 6 cm. Ma ha una grande abilità: è in grado di rimanere immobile a mezz’aria grazie al rapidissimo battito delle ali (dai 12 agli 80 battiti al secondo). Vive in Nord e Sud America, spingendosi dall’Alaska alla Terra del fuoco.

doodle1

Tocca poi al camaleonte velato che, al contrario del colibrì è di grosse dimensioni. La sua lunghezza è in media di 60 cm. Vive soprattutto nella penisola Arabica.

doodle5

Andiamo nelle profondità marine con la medusa quadrifoglio. Essa è facilmente riconoscibile per via della forma perfettamente sferica del suo ombrello, di un bianco diafano e trasparente, e soprattutto per la presenza sulla sommità di quattro strutture circolari che formano una quadrifoglio. È presente in tutti gli oceani ed è considerata una vera prelibatezza in Giappone, in Cina, in Indonesia e nelle Filippine dove questa creatura innocente viene cacciata dall’uomo e destinata a finire nei piatti.

doodle4

Torniamo a terra, dove corre dietro la sua palla di letame lo scarabeo stercorario. Quest’ultimo passa gran parte del suo tempo a creare piccole sfere di sterco per trasportare più facilmente il cibo verso la sua tana. Qui, lo userà come riserva di cibo e per proteggere le uova. Animali sporchi e banali? Ricacciate indietro questo pensiero. Dietro questo esserino, si nascondono profonde conoscenze astronomiche. È stato infatti scoperto che lo scarabeo si muove nella notte seguendo la Via Lattea.

doodle6

E siamo di nuovo in mare, col più celebre pesce palla. Questa simpatica creatura ha imparato da sola a difendersi dall’uomo. Nonostante la scarsa agilità a causa della rigidità del proprio corpo, non viene attaccato spesso poiché dotato di due particolari sistemi di difesa: è in grado di ingoiare rapidamente grandi quantità di acqua, diventando molto grande e difficile da inghiottire anche per predatori di grosse dimensioni. E poi la sua carne contiene un veleno molto potente, la tetradotossina, che blocca la respirazione portando alla morte. In Italia, il consumo è vietato ormai da più di 20 anni ma in Giappone il pesce palla finisce ancora sulle tavole. Con conseguenze spesso letali.

doodle2

E infine, i macachi giapponesi. Questa simpatica coppia che saltella nel doodle di Google ha un bel faccione rosso e vive soprattutto nelle montagne giapponesi. Per questo è soprannominato “scimmia delle nevi”.

doodle3

È un ottimo nuotatore e per sopportare il freddo si immerge nelle sorgenti di acqua calda tipiche del territorio giapponese.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Earth Day 2013: i 13 doodle di google per festeggiare la Giornata della Terra

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook