wifi gratis

Wifi gratis per tutti in Italia. Non è un sogno ma realtà. Un progetto, di cui si parla da tempo, renderà l'accesso alla rete libero ovunque, a partire dalle zone terremotate del Lazio. Adesso c'è la conferma ufficiale.

Al Ministero dello Sviluppo Economico, il Direttore Generale per i Servizi di Comunicazione Elettronica, di Radiodiffusione e Postali, Antonio Lirosi e l’Amministratore Delegato di Infratel Italia, Domenico Tudini, hanno firmato la convenzione operativa per la realizzazione del progetto WiFi.Italia.it.

Quest'ultimo ha come obiettivo quello di permettere a cittadini e turisti, italiani e stranieri, di connettersi gratuitamente a una rete WiFi libera e diffusa su tutto il territorio nazionale. Niente più limitazioni di giga da parte dei vari gestori telefonici, da Vodafone a Tim, passando per i vari Kena e Iliad. Si potrà navigare liberamente tramite wifi.

Il Mise ha già affidato ad Infratel Italia S.p.A. la realizzazione delle attività d’installazione dei punti di accesso Wi-Fi, la manutenzione e il potenziamento delle infrastrutture già presenti.

Secondo i promotori dell'iniziativa il progetto è volto anche a

"federare tutte le reti pubbliche e private per avere un unico e semplice sistema di accesso al Wi-Fi a disposizione di cittadini e turisti, far crescere la rete di accessi Wi-Fi, in particolare nei luoghi del turismo e della cultura e sfruttare la rete di accessi per arricchire di dati l’ecosistema del turismo".

Si parte dalle zone colpite dai terremoti

I primi ad avere a disposizione il servizio saranno i cittadini delle aree colpite dai terremoti del 2016 e dei comuni con popolazione inferiore ai 2000 abitanti.

Il Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio e il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti hanno firmato il Protocollo d’Intesa, per un valore di 1,3 milioni di euro

"per la diffusione di connettività wi-fi e piattaforme intelligenti sul territorio italiano” nei comuni del Lazio colpiti dal terremoto del 24 agosto 2016.

I Comuni coinvolti nella sperimentazione del progetto sono: Accumoli, Amatrice, Antrodoco, Borbona, Borgo Velino, Castel Sant’Angelo, Cantalice, Cittaducale, Cittareale, Leonessa, Micigliano, Poggio Bustone, Posta, Rivodutri, Rieti.

Non sono ancora stati resi noti i tempi ma la prospettiva di un accesso gratis e illimitato è sempre più vicina.

LEGGI anche:

Francesca Mancuso

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
oli essenziali
ricette
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
banner calendario
corsi pagamento
whatsapp gratis
seguici su instagram