Samsung Galaxy Note 7: ritiro da tutti i mercati e stop alla produzione

samsung_note_7

SAMSUNG GALAXY NOTE 7: RITIRATO DA TUTTI I MERCATI E STOP DALLA PRODUZIONE

Smartphone: Samsung ha deciso di interrompere la vendita e la produzione del Galaxy Note 7 e il programma di sostituzione dei dispositivi, invitando tutti coloro che ne avevano acquistato uno a spegnerlo per sempre e restituirlo.

Vi avevamo già parlato del cellulare Galaxy Note 7 ritirato dal mercato perché si erano verificati casi di esplosione della batteria. Adesso la sede italiana dell’azienda in una nota ufficiale, diffusa sul proprio blog, annuncia l’interruzione della vendita e perfino della produzione.

“Poiché la sicurezza dei consumatori rimane la nostra massima priorità, Samsung ha chiesto a livello globale a tutti gli operatori telefonici e ai distributori partner, di interrompere le vendite e le sostituzioni dei Galaxy Note7″, si legge sul blog.

LEGGI anche: GALAXY NOTE 7: SAMSUNG BLOCCA LA VENDITA PERCHÉ A RISCHIO ESPLOSIONE

C’è da dire che in Italia il prodotto non era mai stato ufficialmente messo in commercio, se non attraverso una prima fase di pre-ordine di circa 4mila smartphone, di cui consegnati meno della metà.

“Per agevolare il processo di ritiro del Galaxy Note7, Samsung Electronics Italia ha messo a disposizione alcuni servizi tra cui: ritiro del prodotto, assistenza al numero verde 800 025 520, sito dedicato”.

A tutti i consumatori, che invece hanno effettuato il pre-ordine, Samsung Electronics Italia garantisce il rimborso totale e immediato dell’importo versato. Sempre a questi consumatori, verranno inoltre spediti subito dopo la restituzione del Galaxy Note7, i premi promessi in fase di pre-ordine.

Secondo, dunque, il nuovo comunicato ufficiale di Samsung Us, per adesso si pone fine alla commercializzazione del Galaxy Note 7 fin quando non si farà luce, sul perché del surriscaldamento e conseguente esplosione della batteria.

Di fatto, quindi, siamo di fronte a una seconda campagna di richiamo estesa a livello mondiale. Negli Stati Uniti, chi l’avesse acquistato, Samsung offre due possibilità: chiedere un rimborso completo del prezzo d’acquisto del Note 7 o scambiare il Galaxy Note 7 con un Galaxy S7 o un Galaxy S7 Edge, più una gift card da 25 dollari.

“Almeno per il momento, quindi, Samsung non è pronta ad offrire un Galaxy Note 7 perfettamente funzionante. A tal proposito, il produttore sudcoreano aggiunge che sta lavorando, negli States, con la Consumer Product Safety Commission per indagare sui recenti incidenti”.

Dominella Trunfio

Hello Fish!

Pesce, ne consumiamo troppo e male. Ecco come fare scelte responsabili

Coop

Arrivano nel reparto ortofrutta i meloni senza glifosato

dobbiaco

corsi pagamento

seguici su facebook