power-felt1

Produrre energia dal calore del nostro corpo grazie alla nanotecnologia. Cos’è e a cosa potrà mai servire? Questa branca delle scienze applicate e della tecnologia si occupa della materia su una scala dimensionale molto piccola, espressa in nanometri. In termini più semplici ha come scopo l’ideazione e la realizzazione di dispositivi sempre più piccoli adeguati a tale scala.

E magari con tali apparati potremmo un giorno non molto lontano ricaricare il nostro cellulare senza bisogno di cavi o prese elettriche. Il Power Felt è un nuovo materiale termoelettrico sviluppato dai ricercatori del Centro di Nanotecnologia e Materiali Molecolari della Wake Forets University che è in grado di convertire il calore del corpo in corrente elettrica.

A differenza di altri congegni termoelettrici realizzati con tellururo di bismuto e solitamente molto rigidi, il Power Felt si presenta come un tessuto. Questo dispositivo è costituito da nanotubi di carbonio racchiusi all’interno di fibre plastiche, che al tatto, ricordano un tessuto: questa sorta di “stoffa ipertecnologica” sfruttando la differenza di temperatura tra il corpo e l'ambiente circostante riesce a generare una scarica elettrica.

power_felt2

Insomma, grazie a questa sensazionale scoperta degli scienziati statunitensi, in futuro potremmo indossare una giacca in grado di alimentare uno smartphone o un lettore multimediale. Il ricercatore Corey Hewitt chiarisce: “In generale i sistemi termoelettrici sono una tecnologia poco sviluppata per la raccolta di energia, ma hanno grandi potenzialità.” e suggerisce le possibiliapplicazioni del Power Felt in molti settori, dove generalmente l’energia, sotto forma di calore, è completamente sprecata.

power_felt

Ad esempio, quella dispersa da un’automobile potrebbe essere recuperata per ridurre il consumo di carburante e alimentare l’autoradio, l’aria condizionata o il sistema di navigazione. Un altro prezioso suggerimento è di David Carroll, direttore del Centro per le Nanotecnologie e Materiali Molecolari che ipotizza l'utilizzo del Power Felt per fornire aiuto in caso di interruzioni elettriche.

I punti di forza di questo nuovo dispositivo sono sicuramente i costi più contenuti, la sua leggerezza e la maggiore facilità di realizzazione rispetto ad altri materiali termoelettrici realizzati con tellururo di bismuto.

Insomma un nuovo interessante sviluppo per le innovazioni energetiche.

Lorenzo De Ritis

monge

Monge

20 cose che il tuo cane e gatto non dovrebbero mai mangiare

plt energy

PLT puregreen

I vantaggi di scegliere un operatore di energia da fonti rinnovabili

sai cosa compri
dieta
integratori
lievito madre
ricette vegane
ricette vegetariane
riciclo creativo
rimedi naturali
yoga
seguici su facebook
manifesto
banner calendario
corsi greenme
whatsapp gratis
seguici su instagram