Come creare un sito web con WordPress

sito web wordpress

L’ambiente che costituisce il settore digitale è in continua evoluzione. Possedere un sito web e saperlo gestire adeguatamente per promuovere prodotti e servizi è basilare poiché costituisce una vera e propria vetrina che consente di incrementare sensibilmente l’autorevolezza di personal brand e aziende. Spesso dunque ci si chiede come creare un sito web in grado di offrire una user experience ottimale, in totale autonomia e senza la necessità di ricorrere a un professionista.

Fermo restando che l’intervento di un professionista consente di avviare un progetto funzionale, altamente qualificante e sicuramente efficace, è comunque possibile progettare il proprio spazio personale in totale autonomia senza tuttavia possedere particolari competenze tecniche o conoscenze in ambito html o programmazione grazie al CMS più utilizzato di sempre, WordPress. Prima di comprendere come creare un sito web professionale, ci teniamo a ringraziare gli amici della Web Agency Genesi.IT che ogni giorno, operano con passione, professionalità e impegno mettendosi a completa disposizione dei propri clienti e offrendo un servizio d’eccellenza, rappresentando al meglio il settore.

Come creare un sito web: le basi

WordPress rappresenta la piattaforma più indicata per imparare come creare un sito web, che si tratti di una semplice vetrina, di un sito multilingua, di un e-commerce o di un semplice blog. Versatile e per certi aspetti piuttosto intuitivo permette di attuare ogni tipologia di progetto di business anche solo con un investimento minimo legato essenzialmente all’hosting e al dominio.

Oggi, rispetto a qualche anno fa, i costi legati alla creazione di un sito web risultano notevolmente ridotti. Di norma acquistato appunto l’hosting e il dominio, il resto della spesa è sostanzialmente legato alla scelta di un tema a pagamento che determinerà l’aspetto grafico, opzione perfettamente suscettibile poiché in rete è facile trovare anche template totalmente gratuiti che, sebbene presentino meno funzionalità, risultano SEO friendly, rapidi nel caricamento e soprattutto Responsive, cosa imprescindibile se si desidera posizionare il sito sui principali motori di ricerca con una maggiore facilità

Creare un sito web professionale sfruttando tutte le potenzialità di WordPress è dunque relativamente semplice: sebbene il software includa molteplici funzionalità e richieda un discreto investimento in termini di tempo da dedicarne all’apprendimento e alla gestione, muoversi agevolmente all’interno della piattaforma è possibile anche per i neofiti così come per coloro che possiedono competenze avanzate.

In questa guida vedremo come realizzare un sito web strutturato da una serie di pagine base prettamente informative, come installare un tema e come gestire le categorie, widget, plugin e contenuti in modo semplice e quanto più chiaro ed esaustivo possibile.

Come installare un tema WordPress

La prima azione da mettere in atto una volta acquistato dominio e hosting e provveduto all’installazione di WordPress, è sicuramente scegliere un tema o template adeguato alle proprie esigenze e che presenti tutte le funzionalità e gli aspetti adatti a soddisfarle in toto.

È importante scegliere un tema affidabile e sicuro, preferibilmente customizzabile e compatibile con eventuali plugin che andranno installati successivamente, che renda la navigazione scorrevole e che rispecchi totalmente l’immagine della propria attività o del proprio progetto. Deve inoltre essere responsive, ovvero perfettamente visibile sia da desktop che attraverso i dispositivi mobili e offrire una user experience quanto più soddisfacente possibile.

Piattaforme come Themeforest ad esempio, offrono un’ampia scelta di soluzioni che, seppur a pagamento presentano prezzi accessibili a tutti. Diversamente qualora risultasse difficile trovare un template che sappia coniugare gusti personali e fruibilità, è possibile ricorrere a temi multipurpose quali Enfold e Avada ad esempio, i quali risultano adatti a diverse tipologie di sito, dall’e-commerce al portfolio per intenderci, o ancora a visual composer come Divi o Elementor che tramite un pratico sistema di composizione a blocchi consente di creare piuttosto facilmente un template totalmente personalizzato e unico nel proprio genere.

Scelto il tema, come installarlo? È necessario accedere alla Bacheca WordPress, selezionare l’opzione Aspetto > Temi > Aggiungi nuovo > Caricare ed effettuare l’upload della cartella .zip del template. Fatto questo sarà poi necessario configurarlo settando i vari parametri previsti quali ad esempio, i colori principali, il font, quello che sarà il layout delle singole pagine, la posizione del logo e della barra di navigazione ecc. tutte variabili solitamente indicate all’interno delle istruzioni fornite unitamente al tema stesso.

Come creare pagine statiche

Una volta settato adeguatamente il tema sarà dunque necessario procedere con la realizzazione delle pagine statiche. Si tratta di pagine che racchiuderanno quelle che sono le informazioni principali legate al proprio progetto, business o che semplicemente rappresenteranno il proprio portfolio o informazioni di contatto.

Quelle che non possono mancare quando si sceglie di creare un sito web sono sicuramente le seguenti:

  • Home Page:la pagina principale dove l’utente atterra una volta individuato l’indirizzo web dell’attività o del progetto e che andrà personalizzata al meglio in modo tale da renderla accattivante e attrattiva;
  • Chi sono:deve racchiudere le informazioni relative a soggetto che sta dietro al progetto, personal brand o azienda;
  • Servizi:deve radunare insieme tutti i servizi o prodotti proposti e relative spiegazioni;
  • Contatti:contiene di norma tutti i recapiti aziendali e professionali, unitamente al modulo di contatto e indirizzo email.

A queste potranno essere aggiunte o sostituite ulteriori pagine statiche a discrezione puramente personale: dal portfolio alle collaborazioni, dalla mission al concept del brand o dell’azienda, insomma, ampio spazio alla fantasia e alle singole necessità insomma!

Al di là di quelle che potranno essere le successive personalizzazioni di carattere estetico/informativo, la creazione di una pagina statica avviene mediante l’opzione Pagine presente nella Bacheca di WordPress > Aggiungi pagina. A questo punto si aprirà un pannello di controllo del tutto simile a quello impiegato nella creazione degli articoli o contenuti che necessiterà di essere personalizzato sotto l’aspetto testuale, in tutti i campi previsti prima di procedere col salvataggio.

Come creare un menù

Arrivati a questo punto, sarà necessario provvedere alla configurazione del menu di navigazione, sempre ovviamente dopo aver creato le pagine necessarie al fine di poter inserire in questo modo i vari link presenti.

Si procede all’interno della Bacheca di WordPress selezionando l’opzione Aspetto > Menu > si sceglie il nome da attribuire al menu concludendo con “Creazione Menu”. A questo punto in maniera estremamente intuitiva, basterà selezionare a sinistra del pannello le pagine da includere al suo interno, trascindandole in modo tale da porle nell’ordine scelto e assegnando in ultimo al menù stesso la posizione desiderata (Header o Footer ad esempio). A questo punto la barra del menù sarà visibile in tempo reale sul sito.

Come installare un plugin

Al fine di ottimizzare il sito web rendendolo ancora più funzionale, si rendono necessari i plugin, ovvero software esterni, gratuiti o a pagamento in grado di implementare molteplici funzionalità all’interno del CMS WordPress. La scelta è davvero ampia e già all’interno della sezione Plugin presente nella Bacheca di WordPress è possibile effettuare una rapida ricerca per trovare quelli più adatti alle esigenze del progetto.

Una volta tracciato il plugin desiderato direttamente dall’apposita sezione del CMS occorrerà selezionare Installa per procedere all’installazione immediata dello stesso. La sezione comprende poi l’opzione Carica Plugin, utile qualora si scegliesse di acquistare esternamente a WordPress un plugin specifico, scaricandolo in formato .zip. Esattamente come per il tema, anche in questo caso, occorrerà selezionare il file dal proprio pc, ed effettuare l’upload, attivandolo terminata l’operazione e configurandolo se necessario.

Come gestire i contenuti

WordPress risulta intuitivo e piuttosto semplice anche quando si parla di creazione dei contenuti o articoli. In questo caso la Bacheca WordPress permette tale azione attraverso la sezione Articoli > Aggiungi articolo. Si aprirà un pannello completo dove inserire rispettivamente:

  • Titolo dell’articolo;
  • Permalink;
  • Contenuto;

Sono questi i “campi basilari” a cui vanno successivamente ad aggiungersi la selezione della categoria di appartenenza dell’articolo stesso, eventuali tag che miglioreranno il posizionamento, meta description, e immagine in evidenza, con la possibilità di pubblicare il contenuto redatto subito o in alternativa schedulandolo successivamente.

In realtà il tutto appare più difficile di quanto possa sembrare ma siamo certi che una volta studiato un pò il CMS, tutto risulterà decisamente chiaro e facilissimo da eseguire!

Rivolgersi ad un professionista: la soluzione migliore

Il “fai da te” è possibile e utile se si decide di creare uno spazio web personale “amatoriale”: se tuttavia si preferisce promuovere il proprio business in maniera efficace e senza correre alcun tipo di rischio a livello pratico, l’aiuto di un professionista del settore è sempre consigliato.

Qualora riteneste di essere in difficoltà e di non riuscire a creare un sito web in autonomia, è possibile rivolgersi ad agenzie specializzate, come Genesi.IT, in cui un team di professionisti e web master dalla comprovata esperienza affiancheranno il cliente dallo sviluppo alla pubblicazione online del sito, offrendo competenza e professionalità.

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Germinal Bio

10 idee da mettere dentro il cestino da picnic e accontentare tutti

corsi pagamento

seguici su facebook