WhatsApp: cosa succederà a chi non accetta le modifiche della privacy?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Di recente, Whatsapp ha annunciato alcune novità ma anche nuovi termini di utilizzo e la modifica alle sue politiche sulla privacy. Ecco tutto quello che c’è da sapere

La celebre app sta continuando a implementare importanti cambiamenti nei suoi termini di utilizzo, soprattutto per quanto riguarda la privacy dei dati degli utenti. Inizialmente l’entrata in vigore dei nuovi termini era prevista per l’8 febbraio ma di recente WhatsApp ha prorogato la scadenza al 15 maggio prossimo. Gli utenti dunque avranno più tempo per valutare e accettare l’aggiornamento sulla privacy.

“Come annunciato in precedenza, abbiamo intenzione di implementare nuove funzioni, del tutto facoltative, per chattare e fare acquisti con le aziende su WhatsApp. I messaggi personali saranno sempre protetti dalla crittografia end-to-end, pertanto WhatsApp non potrà mai né leggerli né ascoltarli. Abbiamo riflettuto su cosa avremmo potuto fare meglio. Ci teniamo a rendere nota la nostra dedizione verso la protezione della privacy e della sicurezza degli utenti, nonché a ribadire il nostro impegno nel difendere la crittografia end-to-end. È per questo che abbiamo cominciato a condividere i nostri aggiornamenti e valori aziendali direttamente nello stato di WhatsApp. E d’ora in poi cercheremo di comunicare in modo più chiaro e diretto con i nostri utenti” rassicura WhatsApp sul suo blog ufficiale.

Nel corso delle prossime settimane, sull’app sarà presente anche un banner contenente maggiori informazioni.

“Abbiamo posticipato la data in cui richiederemo ai nostri utenti di rivedere e accettare i termini. L’8 febbraio, nessun account verrà sospeso o eliminato. Continueremo a impegnarci per fare chiarezza sulle informazioni errate riguardanti la sicurezza e la privacy su WhatsApp. In modo graduale, e secondo le tempistiche di ciascuno, inviteremo i nostri utenti a rivedere l’informativa prima del 15 maggio, quando saranno disponibili le nuove opzioni business”.

Cosa succederà a chi non accetta le modifiche?

E’ la domanda che tanti si sono posti in questi giorni. Sì, la data è slittata e ci sarà più tempo per saperne di più ma cosa accadrà se non si accetteranno i nuovi termini entro il 15 maggio?

In un’e-mail a uno dei suoi partner commerciali, pubblicata dal sito TechCrunch, WhatsApp ha però dichiarato che “chiederà lentamente” a quegli utenti di rispettare i nuovi termini “per avere la piena funzionalità di WhatsApp ” .

Un fatto che trova conferma nelle FAQ pubblicate dalla società sul proprio blog.

“Se non accetterai i termini entro questa data, WhatsApp non eliminerà il tuo account. Tuttavia, non avrai a disposizione tutte le funzionalità dell’applicazione finché non accetti. Per un breve periodo di tempo, potrai ancora ricevere chiamate e notifiche, ma non potrai leggere o inviare messaggi dall’applicazione”.

A quanto ammonta questo “breve periodo”? Secondo  TechCrunch sarà di alcune settimane.

Precisa Whatsapp che gli aggiornamenti si potranno accettare anche dopo il 15 maggio e prima di quella data sarà possibile anche esportare la cronologia delle chat su Android o iPhone e scaricare il report del proprio account.

“Se desideri eliminare il tuo account su Android, iPhone o KaiOS, ti invitiamo a pensarci bene perché questa azione non è reversibile, in quanto comporta l’eliminazione della cronologia dei messaggi, l’eliminazione dei tuoi backup di WhatsApp e la tua rimozione da tutti i tuoi gruppi WhatsApp” precisa.

Clicca qui per leggere le Faq di Whatsapp

Fonti di riferimento: WhatsApp, Techcrunch

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
eBay

Moda circolare: vendi le cose che non metti e adotta un comportamento sostenibile

eBay

Come scegliere il gazebo perfetto

NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook