WhatsApp non è più gratis? La nuova truffa che svuota il telefonino

Messaggi WhatsApp

WhatsApp si paga? No, è una truffa!

Nuovi messaggi truffa sui nostri telefonini. Questa volta un fantomatico testo ci dice che presto WhatsApp diventerà un servizio a pagamento e che, se non lo si dovesse rinnovare, si potrebbero perdere tutti i contenuti media, come video o foto.

Nulla di più vero: l’ennesimo imbroglio arriva dai soliti hacker e truffatori telematici che approfittano di una nostra possibile distrazione per entrare abusivamente nei nostri dispositivi e sottrarre i nostri dati, fino ad azzerare i conti correnti o usare le nostre carte di credito.

A lanciare il nuovo allarme è la Polizia Postale tramite la sua pagina Facebook “Commissariato di PS On Line – Italia” con un post con tanto di screenshot del tipico messaggio che invita a rinnovare il nostro account di WhatsApp.

Cambiano le modalità ma la sostanza è la stessa. Si tratta di una delle truffe più frequenti in rete”. È questo il contenuto della comunicazione della Polizia Postale che invita ad innalzare la soglia di attenzione e ci fornisce consigli per evitare di cadere nella trappola.

Quello di cui bisogna stare certi, in buona sostanza, è che WhatsApp, salvo diverse indicazioni ufficiali degli sviluppatori e titolari del marchio, è un’applicazione completamente gratuita. Anzi, i titolari di applicazioni, compresa WhatsApp, utilizzano specifici canali per i loro aggiornamenti (Apple Store per i sistemi IoS e i Market Store per i dispositivi Android).

È chiaro, quindi, che questi messaggi sono falsi e vanno semplicemente cancellati per evitare conseguenze dannose per i nostri dispositivi.

Leggi anche

Germana Carillo

Conto Deposito Esagon

Arriva il Conto Deposito che pianta gli alberi e riduce la CO2! Scopri di più>

10 regali per i 10 anni di GreenMe

Scarica qui i regali che abbiamo scelto per te

corsi pagamento

seguici su facebook