Sweatcoin: in arrivo l’app che ti paga per camminare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Camminare fa guadagnare molto in salute, ma con questa app anche materialmente.

Uno “sweatcoin” per ogni mille passi. Tracciate con il Gps, tutte le camminate che farete (all’aria aperta) vi ripagheranno, nel vero senso della parola, a suon di lilleri spendibili in un negozio virtuale. Tutto grazie a una nuova applicazione che promette crediti da poter spendere in beni. Ma di che si tratta? E vale davvero la pena?

Si tratta di Sweatcoin, una piattaforma già conosciuta nel Regno Unito e negli Stati Uniti e che presto arriverà anche nel resto d’Europa.

Secondo il suo funzionamento, ogni 1.000 passi, di cui si prende traccia grazie al Gps, si guadagna un tot di “sweatcoin”, che corrisponde a poco meno di una unità, 0,95, spendibile in un negozio virtuale legato alla stessa piattaforma. Ma attenzione: non valgono le camminate sul tapis roulant in palestra!

Scarpe da corsa e gadget, prodotti hi-tech, libri e carte regalo: ma quanto serve per far bottino? Tanto, dicono i denigratori, che tra l’altro “denunciano” anche un conteggio dei passi in difetto. Se servono più o meno 15 sweatcoin per possono comprare beni per un controvalore di 25 dollari, per mirare a premi più consistenti c’è da camminare molto di più e migliaia di sweatcoin.

screen shot sweatcoin

Se, per esempio, prendete a camminare per 10mila passi al giorno avrete bisogno di diversi mesi, se non anni, per arrivare al traguardo prescelto.

Per adesso l’app ha al suo attivo più di 2 milioni di utenti settimanali ed è ancora in crescita, tanto da essere ormai una delle app di fitness in più rapida diffusione nell’App Store e seconda nella parte delle app gratuite, accanto solo all’app Google Arts & Culture.

Come funziona? L’utente si registra e collega i propri dati di salute e fitness nell’app del proprio smartphone e la posizione GPS. L’app tiene traccia di quanti passi si fanno in un giorno e premia con un valore monetario in base ai movimenti. Per ogni 1.000 passi registrati, l’app pagherà 0,95 in “sweatcoin”. Gli utenti possono poi scambiare queste monete con attrezzi fitness, lezioni di allenamento, carte regalo e una serie di altre offerte.

sweatcoin

Limitazioni? Se le offerte iniziano a 10 sweatcoin, nella versione gratuita l’app si limita a far guadagnare al massimo 5 sweatcoin al giorno (per cui pare inutile camminare oltre 5mila passi…). Passare al livello successivo, pagando cinque gettoni al mese, significa poterne accumulare fino a dieci al giorno. L’applicazione ha inoltre una forma di monetizzazione che si basa sulle offerte pubblicitarie che compaiono a chi la utilizza.

Ma, dicono i più esperti, parlare di premi in criptovaluta non appare corretto, dal momento che Sweatcoin non si basa su tecnologie blockchain e che gli sweatcoin non sono convertibili in altre valute.

Siamo intenzionati a cambiare radicalmente il valore attribuito a salute e fitness e fornire la motivazione per le persone a condurre una vita migliore”, dice intanto il co-fondatore della piattaforma Oleg Fomenk.

Vero e ottimo sprone. Ma nel frattempo vi bastino almeno 10 motivi per cui vale la pena camminare un po’ ogni giorno. In attesa dell’arrivo della versione italiana potete provare quella in inglese scaricandola su Itunes o Google Play

Leggi anche:

Germana Carillo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook