Smartphone: quando lo schermo rotto si auto-ripara

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Smartphone nuovo di zecca. Un attimo di distrazione e finisce sul pavimento. Risultato? Schermo in frantumi e nuovi rifiutielettronici prodotti. Ma tra qualche anno le imprecazioni e i touchscreen in mille pezzi potranno essere solo un ricordo perché sapranno autoripararsi.

A lavorare su questo fronte è Duncan Wass, professore dell’Università di Bristol da tempo impegnato nella “resurrezione” dei cellulari. Croce e delizia dei nostri tempi, potrebbero dunque auto-ripararsi completamente da soli facendo non solo risparmiare sull’acquisto di un nuovo modello ma anche sulla produzione di rifiuti.

Come? Grazie a uno speciale “agente di guarigione” a base di carbonio che potrebbe avere applicazioni al di là del settore dei dispositivi mobili.

Frutto del lavoro del team di ingegneri di Bristol, lo speciale materiale può facilmente autoripararsi promettendo di rivoluzionare i processi produttivi dei telefoni.

La riparazione è il risultato di un processo simile a quello che si verifica nel nostro corpo quando su una ferita si forma la crosticina dopo una fuoriuscita di sangue.

Allo stesso modo, lo speciale agente è stato progettate per scoppiare quando lo schermo si incrina, rilasciando la soluzione che si indurisce immediatamente diventando invisibile. La sostanza si trova all’interno di milioni di microsfere che si aprono e riversano il liquido dopo il forte urto.

Inizialmente, questo composto è stato progettato esclusivamente per le applicazioni aeronautiche per riparare direttamente in volo le piccole crepe che si sviluppano sulle ali degli aerei, garantendo controlli di sicurezza, più rapidi, sicuri e anche meno costosi.

Ma potrebbe essere praticamente applicato a tutti i materiali in fibra di carbonio, come ha osservato il prof. Wass, dalle attrezzature sportive al telaio della bici.

Meno oggetti da buttare via e una maggiore durata della loro vita. Un modo per contrastare l’obsolescenza programmata?

Francesca Mancuso

Foto: Forbes

LEGGI anche:

Terminator: la plastica che si auto-ripara per far durare più a lungo gli oggetti

Come e dove riciclare i vecchi cellulari: 8 modi intelligenti, creativi e solidali

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook