Google fa ritornare in vita gli animali preistorici grazie alla realtà aumentata

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Animali preistorici che mai avreste pensato di poter conoscere da vicino: con l’aiuto della realtà aumentata, dinosauri e insetti strambi potranno vagare liberamente in salotto tramite un’app. Basta uno smartphone (e un po’ di fantasia). Dagli animali preistorici alle rovine Inca, ma anche i moduli lunari delle missioni Apollo e una collezione di celebri quadri: tutto è stato ci è stato “riconsegnato” grazie a Google Arts and Culture.

Scaricando l’applicazione, disponibile sia per Android che iPhone, Big G ha infatti riportato letteralmente in vita una serie di animali della preistoria, grazie alla collaborazione con istituzioni come lo State Darwin Museum di Mosca e il Natural History Museum di Londra.

Già durante i mesi di lockdown era stata introdotta la possibilità di visualizzare alcuni animali direttamente davanti a sé con la realtà aumentata. Da allora il colosso di Mountain View ha proposto una gamma sempre più ampia di possibilità per andare al museo seduti su un divano.

E così, creature come il Cambropachycope, un antico crostaceo con una distintiva testa appuntita coperta da minuscoli occhi del Cambriano inferiore, sono state riportate in vita con l’aiuto di ARCore.

animali realtà aumentata

©GAC

L’app, lanciata nel 2015, consente di visualizzare con il proprio smartphone tantissime bellezze culturali del mondo, dalla città di Mantova alla reggia di Versailles, ma anche di trasformare i propri selfie secondo lo stile di pittori famosi.

Giovando della collaborazione con un numero sempre maggiore di musei, Big G dà anche la possibilità di visualizzare in realtà aumentata anche una serie di artefatti culturali insoliti, dal “dio sorridente” pre-Inca Lanzòn del 500 a.C circa al modulo di comando dell’Apollo 11.

Buon divertimento!

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per Greenme.it dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Schär

Quando il senza glutine incontra il biologico: nasce la linea Schär BIO

Quercetti

Questi giocattoli sono riciclabili e organici: stimolano la fantasia e insegnano a rispettare l’ambiente

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook