Attenzione al falso sms dell’Inps sul bonus da 600 euro. È una truffa per rubare i dati

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In tempo di pandemia non si fermano nemmeno le truffe: attenzione a un sms che contiene un falso messaggio da parte dell’Inps. Non fidatevi e non cliccate su alcun link, lo scopo dei malintenzionati è solo quello di rubare i vostri dati.

A renderlo noto è la Polizia postale che dichiara come in questi giorni di emergenza coronavirus dei cybertruffatori stiano facendo un copioso invio di sms che contengono un falso messaggio simile al seguente:

A seguito della sua richiesta accredito domanda COVID-19. Aggiorna i tuoi dati nel inps-ixxxxx.online”.

Cliccando sul link contenuto nel messaggio viene scaricato un file Apk (Application package, i file di installazione delle app Android) nel quale si nasconde un malware che, se viene installato sul proprio cellulare, permette ai truffatori di accedere al dispositivo ottenendone il controllo e di impossessarsi dei dati sensibili.

A quel punto password, dati delle carte, codici Otp, Pin, credenziali, chiavi di accesso all’home banking o altri codici personali entrano in possesso dei truffatori del web. Questo è il cosiddetto fenomeno dello smishing, termine che indica l’unione delle parole sms e phishing (il phishing è letteralmente la “pesca” dei dati).

La polizia postale invita a fare attenzione e a verificare le informazioni sul sito ufficiale dell’ente che invia l’eventuale messaggio, evitando di utilizzare il link contenuto ma digitandone il nome direttamente sulla barra degli indirizzi.

Fonte: Polizia postale Twitter

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.
Foodspring

Colazione proteica vegan per chi la mattina ha il tempo contato

eBay

Pulizie di primavera: fai ordine in casa e nell’armadio vendendo online quello che non usi

Speciale Fukushima 10 anni

11 marzo 2011. 10 anni fa il terribile disastro di Fukushima, una lezione che non deve essere dimenticata

NaturaleBio

ebay

Seguici su Instagram
seguici su Facebook